AGEVOLAZIONI TARI, L’AFFONDO DI RENZO STROPPA

Fabriano – Polemiche sulla Tari dopo il consiglio comunale della settimana scorsa che ha evitato l’aumento alle utenze non domestiche. L’attenzione si era concentrata sul voto contrario di Partito Democratico e Fabriano Progressisita. Dopo il consigliere Giovanni Balducci e il sindaco, Gabriele Santarelli, interviene il consigliere comunale del Pd, Renzo Stroppa. “Il sindaco Santarelli continua a mistificare la realtà dei fatti per non ammettere che non ha applicato una sentenza del Consiglio di Stato di cui peraltro ne era a conoscenza e ne avevamo parlato. È semplicemente ridicolo – dichiara Renzo Stroppa – pensare che abbiamo votato contro per i miei interessi, ovvero per risparmiare massimo 200 euro l’anno. Tra l’altro ne risparmio di più perché l’agriturismo è chiuso per il covid e per la ristrutturazione. Ho già, quindi, un’ulteriore tariffa agevolata. Quello che non vuol capire, o meglio fa finta, sindaco, è che la sendenza casualmente riguarda gli agriturismi. Se avesse riguardato gli orefici – spiega – o i fruttivendoli o qualsiasi altra categoria avremmo fatto lo stesso. Così, invece, sindaco e supporter vari, fanno finta che per interessi personali il PD è contrario alle agevolazioni che sono state messe per il covid-19 e che l’Amministrazione comunale copre con fondi di bilancio. Anche qui per la verità, visto il cospicuo avanzo di amministrazione, è che potevano fare molto di più. Potevano inserire fin da quest’anno l’aumento previsto anche per le abitazioni per scontarlo con i propri fondi anziché rimandare al 2021 con un salasso per tutti che rappresenterà un cataclisma tariffario. Un’ultima domanda al sindaco. Visto che posseggo anche un’abitazione – conclude Stroppa – e un piccolo edificio artigianale, secondo lui non potrò parlare nemmeno di questo utenze perché rappresenterebbe interessi privati?”

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy