Fabriano saluta Giovanni Colonnelli, lutto nel mondo dello sport

Lutto nel mondo dello sport fabrianese e non solo. E’ morto Giovanni Colonnelli, uno dei massimi interpreti del calcio fabrianese, sia quello giocato in prima persona sul campo che in panchina da allenatore. Aveva 70 anni e ha legato la sua carriera sul prato verde principalmente al Parma in serie C e B. Classe 1951, mezzala, Colonnelli ha iniziato a tirare calci al pallone con la maglia del suo paese, il Serradica, piccola frazione appartenente al Comune di Fabriano, nel 1964. Poi le giovanili a Gualdo Tadino, nella vicina Umbria, e il grande “salto” in serie B con la Sampdoria. E’ in predicato di volare al Milan, ma si fa male in una partita, Samp-Torino di Coppa Italia. Passa, quindi, al Parma dove resta per 8 stagioni (1971-1979) con 272 presenze e 20 gol, conquistando due volte la promozione in serie B. Va poi alla Reggiana (‘79/80) e infine alla Maceratese (‘80/81). E negli Anni ’80 che decide di tornare a casa, nella città della carta, dove prende il via la sua esperienza da allenatore al Fabriano Calcio in più momenti del ventennio successivo, sia alla guida della prima squadra che del settore giovanile. Chiude il cerchio del calcio giocato nel 1989 nella “sua” Serradica, dove aveva iniziato negli spareggi con il Porto Recanati per salire in Prima Categoria. I funerali si svolgeranno domani, martedì, alle ore 15 presso la Cattedrale di San Venanzio di Fabriano. Ieri è stata allestita la camera ardente presso l’obitorio dell’ospedale Profili. I suoi cari, in segno di vicinanza alla famiglia per la scomparsa di Giovanni, non chiedono fiori, ma offerte all’Associazione Oncologica Fabrianese. “Era un punto di riferimento nelle giovanili del Fabriano calcio; insegnava ai ragazzi ad essere futuri uomini prima che calciatori. Riposa in pace Giovanni” il pensiero social di alcuni suoi ex calciatori.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy