FABRICAMENTI, SUCCESSO PER LA ‘DERIVA URBANA’

Domenica 11 ottobre, l’associazione culturale “fabricamenti” ha aderito alla proposta di Federtrek-Escursione e Ambiente, l’ente di promozione sociale nata nel 2010 come evoluzione di un’esperienza federativa sviluppatasi a livello regionale. L’11 ottobre è stata proclamata Giornata Nazionale del Camminare e Federtrek ha invitato comuni, associazioni, parchi e scuole a diffondere la consapevolezza che il camminare debba essere la prima modalità di spostamento urbano sostenibile. Fabricamenti, sempre attenta al mondo del sociale, culturale, ambientale in nome di valori preziosi come quelli legati alla condivisione, ha sperimentato in questa giornata di sapore autunnale l’iniziativa “DERIVE/percezioni urbane”. La nuova azione “fabricamenti” prende spunto dalla “deriva urbana”: una tecnica di esplorazione utilizzata dal movimento Situazionista, attivo negli anni ‘60. Compiere una Deriva, nella logica situazionista, significa lasciarsi andare alle sollecitazioni dell’ambiente, scegliere in modo non razionale il percorso da seguire, smarrirsi consapevolmente fra le pieghe della città.  E’ una tecnica spontanea di esplorazione urbana senza alcun tipo di limitazione o delimitazione, che mira alla comprensione e alla conoscenza della città, percorrendola fuori da  itinerari turistici prestabiliti e  seguendo direzioni assolutamente accidentali; un percorso libero, ma critico, sul terreno urbano. “Derive” di “fabricamenti” si propone di innescare una relazione attiva tra città e turisti/abitanti. L’intento di  questa ultima iniziativa è di riattivare lo spirito di osservazione e la curiosità nei confronti della città di Fabriano attraverso lo stimolo ad una maggiore sensibilizzazione dell’osservatore che attraversa, passeggiando, luoghi, anche familiari, che però si possono trasformare da luoghi di passaggio a luoghi di attrazioni. L’azione proposta per la giornata del camminare, è un esperimento volto anche a rivoluzionare il classico itinerario turistico guidato ed organizzato per dimostrare che anche il famoso “vagare senza meta” è fonte di arricchimento. L’appuntamento di questa iniziativa c’è stato domenica 11 ottobre alle ore 18 davanti la Pinacoteca: i partecipanti hanno ricevuto una cartina della città e per circa due ore hanno girato per Fabriano con macchinette fotografiche e con qualsiasi altro strumento ritenuto utile per questa esperienza. Fabricamenti non si smentisce mai: rispetta sempre la sua filosofia basata sulla sinergia e sul coinvolgimento delle altre associazioni del territorio e dunque anche per questa particolare iniziativa tutti coloro che hanno partecipato nel loro girovagare senza meta hanno trovato/provato emozioni particolari per le variegate e sorprendenti attrattive musicali e più in generale artistiche, ma anche sportive, sparse per la città. Musica, performance di danza teatrale, disegni, slackline e tanto altro ancora hanno coinvolto tutti i passanti colpiti da una strana atmosfera di magia. Ogni persona nel suo girovagare per le strade, vicoli e parchi della città si è divertita, emozionata nel vedere questi “spettacoli” che hanno arricchito la camminata nel centro storico dunque valorizzato non solo dalla consueta bellezza architettonica, ma anche da quella “umana”. L’azione proposta per la giornata del camminare è un punto di partenza per lo sviluppo di un progetto di percezione interattiva della città volto a rivoluzionare la fruizione turistica tradizionale (basata su percorsi guidati organizzati) integrandola con elementi che accompagnano il visitatore verso scenari sempre differenti e affascinanti.

Francesca Agostinelli