NOMINARE IL PRIMARIO DI CARDIOLOGIA DELL’OSPEDALE PROFILI

Fabriano – Con il trasferimento del dottor Pietro Scipione dall’ospedale Profili di Fabriano all’Urbani di Jesi come primario di Cardiologia, una nuova preoccupazione interessa il personale del nosocomio della città della carta. Da più parti, infatti, arriva l’appello, ad Asur, di avviare concorso per la nomina del nuovo primario della Cardiologia di Fabriano. C’è il rischio, infatti, di restare senza primario. Nei giorni scorsi, infatti, il dottor Scipione si è aggiudicato l’incarico in Vallesina con Area Vasta 2 che ha provveduto ad affidare formalmente l’incarico allo specialista laziale per una durata di 5 anni. In 10 si erano presentati per ricoprire il ruolo di primario della Cardiologia e la meglio l’ha avuta il dottor Scipione che ora porterà a Jesi tutto il suo bagaglio professionale ed umano dopo 8 anni di servizio a Fabriano. Il reparto di Cardiologia e U.T.I.C. dell’ospedale Profili di Fabriano si occupa della gestione clinica di cardiopatie, con particolare riferimento a cardiopatie ischemiche, scompenso cardiaco, aritmie, embolie polmonari, impianti e controllo di pacemaker temporanei e definitivi. L’attività ambulatoriale prevede visite cardiologiche, elettrocardiogramma, ecocardiogramma, ecostress farmacologico, prova da sforzo al cicloergometro e treadmil, Ecocardiogramma 24 ore secondo Holter, controlli pacemaker. Si attende quanto prima l’arrivo di un nuovo primario che andrà a completare l’organico di una struttura che, negli ultimi anni, ha ottenuto molti professionisti a capo delle varie Unità Operative. Gli ultimi due, in ordine di tempo, sono stati i dottori Marco Messi, a primario di Odontostomatologia e Cristiano Piangatelli nuovo primario di Rianimazione e Anestesia. Diverse le criticità al Profili: il problema è sempre la carenza di personale che riguarda un po’ tutti i reparti, ma in modo particolare il Pronto Soccorso che ha dato prova delle sue capacità in questi mesi di emergenza Covid-19 e il Laboratorio analisi.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy