Ritrovato in buone condizioni di salute l’uomo disperso a Genga

Genga – E’ stato ritrovato, in buone condizioni di salute, dopo lunghe ricerche, il 60enne di Ancona di cui si erano perse le tracce da ieri. L’uomo non è rientrato a casa dopo aver detto di voler andare a fare un’escursione nel Fabrianese. Istruttore di arrampicata, è stato ritrovato nei pressi del Santuario Madonna della Grotta, alle pendici di Monte San Vicino, Comune di Fabriano, dagli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico con l’ausilio dei cinofili, dei carabinieri della Compagnia di Fabriano e dei vigli del fuoco che hanno lavorato senza sosta in tutto l’entroterra.

I soccorritori dalla mattina di oggi hanno perlustrando i sentieri nei pressi di San Vittore a Genga. Le ricerche, ad un certo punto, si sono spostate anche su Monte Conero. L’allarme è stato lanciato dalla moglie del 60enne che ieri pomeriggio, ha ripetutamente provato a contattarlo al telefono cellulare senza esito. A coordinare le ricerche la Questura di Ancona. Sul campo, gli uomini del Corpo nazionale Soccorso Alpino della Regione Marche, oltre ai vigili del fuoco, volontari e i carabinieri. Il telefono cellullare dell’uomo aveva agganciato, l’ultima volta che è stato possibile tracciarlo, la cella del Monte San Vittore. Poco fa il ritrovamento, in buone condizioni di salute. E’ stato subito affidato ai sanitari del 118 dell’ospedale Profili di Fabriano.

Marco Antonini

in aggiornamento

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy