Elica, FdI incontra i dipendenti, M5s viceministro Todde

Fabriano – Il Capogruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Marche Carlo Ciccioli si è incontrato con un gruppo di dipendenti degli stabilimenti Elica. “Dal confronto – dice Ciccioli – è emerso che a tutt’oggi non ci sono sul tavolo regionale novità positive per quanto riguarda il piano industriale e la decisione dell’Azienda di trasferire le proprie produzioni in Polonia. Domani a Roma è previsto un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, sarà presente per la Regione l’Assessore al Lavoro della Giunta Acquaroli, Stefano Aguzzi. La mancanza di una trattativa seria ed aperta da parte della Proprietà rappresenterebbe un’eventualità distruttiva per quel territorio, per le imponenti attività indotte che girano intorno agli stabilimenti, per i lavoratori dell’Elica e le loro famiglie. Non possiamo pensare – dice Carlo Ciccioli – che la proprietà ed in particolare Francesco Casoli possano non comprendere le conseguenze di una tale decisione. Lo scopo di una Azienda è il profitto e quindi la distribuzione degli utili agli azionisti, ma anche il suo scopo sociale che è quello di dare posti di lavoro e benessere al territorio dove è insediata e dove per anni ha tratto vantaggi di competizione. Ci aspettiamo presto proposte che coinvolgano anche il sostegno del pubblico attraverso fondi europei, programmi di sviluppo territoriale, progetti innovativi e creativi che possano essere orgoglio dell’Azienda e della nostra Regione, assicurando – conclude Ciccioli – al continuità del posto di lavoro ai dipendenti. Cattivi comportamenti non premiano mai e ricadono sempre addosso”.

Crisi Elica, il Movimento 5 stelle Marche incontra la viceministra Todde:

Un incontro snello, di circa un’ora e mezza, quello di ieri mattina, 28 aprile, tra la viceministra Alessandra Todde (Movimento 5 Stelle) e i rappresentanti marchigiani del Movimento 5 Stelle: più di 20 tra parlamentari, sindaci e assessori, oltre alle consigliere regionali Simona Lupini e Marta Ruggeri, che hanno organizzato l’incontro. Durante l’incontro, a cui hanno partecipato anche i parlamentari fabrianesi Patrizia Terzoni e Sergio Romagnoli, il sindaco Gabriele Santarelli, e gli assessori Joselito Arcioni, Barbara Pagnoncelli e Ilaria Venanzoni, alla viceministra è stata presentata nel dettaglio l’evoluzione della vicenda Elica negli ultimi anni. Ma la discussione è stata ampia: dai fondi non spesi dell’Accordo di Programma sull’ex ARDO, alla competizione fiscale che svantaggia sempre di più Marche, Umbria e Lazio rispetto, fino alle possibilità di diversificare gli attori e gli investimenti nel settore. L’incontro anticipa una serie di riunioni che la viceministra condurrà con i rappresentanti locali di altre aree in crisi: di fronte all’urgenza della crisi Elica, la viceministra Todde ha scelto di partire proprio con le Marche. Soddisfatta la consigliera regionale Simona Lupini: “La viceministra Todde, che ha la delega alle crisi industriali, ha una grande esperienza aziendale e conosce bene Fabriano: la trattativa con lei, per Elica, non sarà una formalità.Noi, come Movimento 5 Stelle Marche, ci muoveremo a livello regionale e in sinergia con quello nazionale, per misure che contrastino con sempre maggior efficacia delocalizzazioni e speculazioni sul lavoro, e aiutino a rilanciare un settore, quello del bianco, che può crescere con nuove sinergie. A Fabriano, abbiamo un know how industriale di livello mondiale, non possiamo accettare che venga disperso!”

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy