Fabriano – Al volante dopo aver bevuto, quattro denunce nel fine settimana

Fabriano – Weekend di lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Fabriano, quattro denunce per guida in stato di ebbrezza alcolica ed una per resistenza ed ubriachezza. Un problema, quello dell’alcol, che spaventa, vista la frequenza con cui vengono fermati automobilisti al volante dopo aver bevuto troppo, ben sei una settimana fa. È il bilancio dei controlli effettuati nel fine settimana dai militari. Particolare attenzione anche al rispetto delle norme per evitare la diffusione del covid. I carabinieri hanno effettuato controlli mirati nei luoghi di maggior frequentazione, come centro storico e parchi urbani, senza dimenticare le altre città che fanno riferimento alla compagnia di Fabriano. Al lavoro, quindi, più pattuglie che hanno effettuato anche rigorosi controlli sul rispetto dei protocolli imposti dal Dpcm per il contrasto al covid, sia da parte di privati cittadini che degli esercizi pubblici.

Nel corso di un serrato controllo alla circolazione stradale, i militari del nucleo Radiomobile della Compagnia di Fabriano e della stazione di Genga, hanno sorpreso 4 utenti alla guida con un elevato tasso alcolemico. Dopo averli fermati per un normale controllo, avendo notato uno stato fisico caratterizzato da minore velocità e prontezza, i carabinieri hanno deciso di sottoporre i conducenti di 4 veicoli ad accertamento con l’etilometro. Sono stati riscontrati valori da 0,9 grammi su litro a 1,6 grammi su litro, fino a più di tre volte oltre il limite consentito dalla legge. Per tutti patente ritirata.

Sempre durante il fine settimana i carabinieri di Fabriano sono stati chiamati da un cittadino infastidito da un uomo di 40 anni circa, di origine extracomunitaria, palesemente ubriaco. L’uomo, alla vista della pattuglia, ha iniziato ad inveire e si è opposto, in maniera violenta, ad ogni tentativo di identificazione. Condotto in caserma è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e ubriachezza.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy