PROTEZIONE CIVILE SASSOFERRATO, 3.204 CHILOMETRI IN 46 GIORNI

di Marco Antonini

Sassoferrato – Prosegue senza sosta l’attività del gruppo di Protezione Civile di Sassoferrato composto da 23 volontari. Dall’otto marzo, data dell’attivazione del Centro Operativo Comunale, i volontati della città sentina hanno svolto importanti servizi. Sono state fatte oltre 60 consegne di generi alimentari, medicinali o effetti personali fornendo assistenza a famiglie colpite dal covid-19 o a rischio di contagio, raggiunte 1.807 indirizzi, per consegnare ai destinatari individuati dall’amministrazione comunale in concerto con le associazioni del territorio le mascherine. “Queste mascherine – riferiscono dalla Protezione civile locale – sono state procurate grazie alle donazioni di privati cittadini, di aziende del territorio e in parte acquistate con le donazioni pervenuteci dai sassoferratesi in questo contesto di emergenza. A tutti loro va un sentito ringraziamento”.Tanti i chilometri percorsi. “In queste attività abbiamo percorso con il nostro unico mezzo ben 3.204 chilometri, più altri non conteggiati di consegne fatte con mezzi propri, e altre consegne fatte a piedi a Sassoferrato città. Tutto questo – concludono – per alleviare i sacrifici che questa situazione impone, tenete duro, noi siamo al vostro fianco per assistervi nelle difficoltà, come siamo sempre stati”.

Tante le donazioni anche a Sassoferrato da parte di privati. Parlando di mascherine chirurgiche il Rotary ne ha donate 300 di ffp2; 400 sono state regalate da un fedele della chiesa evangelica, altre 300 tramite Anci e 350 donate dalle farmacie. Sono andate agli operatori comunali, agli agenti della polizia locale, agli utenti della Caritas e della San Vincenzo de’Paoli, alle persone seguite dai servizi sociali. “Il criterio seguito? Le abbiamo date prevalentemente una a famiglia agli over 65 che sono, in tutto, 1.450. Siamo partiti dal più anziano, un 103enne, e siamo scesi” dice il sindaco, Maurizio Greci. A Sassoferrato, oltre all’ufficio centrale, ricordiamo oggi, venerdì 24 aprile, l’apertura dello sportello postale di Cabernardi.

Il gruppo opera dal 2011 a Sassoferrato e ha partecipato nelle varie emergenze che si sono verificate sul territorio regionale e nazionale, tra le quali ricordiamo la nevicata del 2012, l’alluvione di Genga, il terremoto dell’Emilia e quello del centro Italia del 2016. L’attività del gruppo è sostenuta per quanto riguarda le spese vive (carburanti, assicurazioni, utenze, ecc..) dal Comune e dal dipartimento regionale di Protezione Civile. “Per poterci preparare al meglio in tutte le possibili emergenze che potrebbero verificarsi, abbiamo altresì bisogno di corsi di formazione e attrezzature specifiche che possiamo reperire tramite bandi dedicati di finanziamento (abbastanza rari e di difficile assegnazione). In questo contesto – si legge sulla pagina Facebook – ognuno di voi sassoferratesi può fare la differenza, le donazioni che perverranno in questo contesto di emergenza a supporto della cittadinanza colpita dal covid-19, verranno impiegate nell’acquisto di materiali e attrezzature necessari per assistere chi è in difficoltà, e contribuiranno a far crescere e rendere migliore l’operatività dei volontari. Grazie a chi vorrà tenderci la mano, a voi doniamo i nostri sorrisi, ci scaldate il cuore”. Conosciamo anche il gruppo di Fabriano. 

Il sindaco Greci

Comunicazioni dall’Amministrazione comunale. “Le misure restrittive Covid 19 colpiscono anche la giornata dedicata alla “Caccia ai rifiuti”. L’appuntamento ormai divenuto tradizionale che caratterizzava questo periodo primaverile con vere e proprie passeggiate escursionistiche alla ricerca di rifiuti abbandonati in un clima di festa e sinergia tra pubblico privato e volontariato, quest’anno per cause di forza maggiore, non potrà essere organizzato”. Così, in una nota, il primo cittadino di Sassoferrato, Maurizio Greci. Spazio, poi, alla cultura. In questo periodo in cui dobbiamo restare in casa gli operatori delle biblioteche del Sistema Bibliotecario locale Esino – Frasassi (di cui fa parte anche la nuova biblioteca comunale di Sassoferrato), vi invitano a navigare nei contenuti della Biblioteca Digitale: come? Semplice! Inviando una mail all’indirizzo: sbl@umesinofrasassi.it.

Qui Fabriano

“Ieri il Presidente dell’Avis Fabriano Luciano Bano ha consegnato a nome dell’associazione 200 mascherine chirurgiche da destinare alla Polizia Locale di Fabriano. Intanto – riferisce il sindaco, Gabriele Santarelli – abbiamo provveduto a distribuire 100 delle 300 mascherine arrivate dalla città cinese di Weifang agli operatori della San Vincenzo de Paoli”.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy