“MANTENERE LE PROMESSE”, LA LEGA INTERROGA IL SINDACO DI FABRIANO

Lega Fabriano all’attacco nel corso del consueto incontro degli attivisti con i residenti, nel cuore della città. Nel mirino l’Amministrazione comunale. “Nella fretta di mettere il cappello su tutto – dichiarano gli attivisti coordinati da Luigi Argalia – il sindaco Santarelli non perde tempo e si in testa la possibile ripartenza dei lavori della 76, se andrà in porto il salvataggio del punto nascita anche quello sarà merito suo. Le battaglie dei comitati e dei cittadini passeranno in secondo piano per soddisfare l’ansia da prestazione del primo cittadino. Se le cose non vanno bene – denuncia – è colpa dell’opposizione. Siccome noi facciamo politica per passione chiediamo al sindaco quando inizierà a mantenere quello che prometteva di fare nei primissimi giorni del suo mandato”. Il coordinamento cittadino della Lega pone 7 domande a Gabriele Santarelli.

Quando la programmazione annuale degli interventi di manutenzione e pulizia?

A quando il rispetto di quanto previsto dallo statuto comunale a proposito della costituzione dei comitati di quartiere e frazioni?

Quando il bilancio partecipato per la creazione di un fondo per i progetti proposti dalle frazioni?

Quando l’attivazione del Baratto amministrativo?

Quando il contrasto al balzello richiesto dal consorzio di bonifica?

Quando l’attivazione dello sportello Europa per intercettare fondi europei diretti?

Quando la costituzione della consulta per dare forza alle richieste presenti per la difesa dei servizi sanitari a tutela del diritto alla salute? La Consulta funziona così bene che chiude il punto nascita”.

Poi l’affondo finale. “I primissimi giorni sono passati da un pezzo. Ora ci vogliono fatti, le promesse vanno mantenute”. Questa mattina, sabato 2 marzo, nuovo volantinaggio dei leghisti in Piazza del Comune, nel corso dell’incontro con la cittadinanza nel cuore di Fabriano. “Dopo 2 anni di amministrazione M5s la città, già in profonda crisi economica e sociale, sta sprofondando”, si legge nel volantino. In primo piano la questione sanità e delle infrastrutture. “Stiamo ancora aspettando il piano di manutenzione straordinaria del patrimonio ambientale e urbanistico. Quando saranno installate le telecamere di controllo del territorio?” la conclusione di Luigi Argalia. (immagine di repertorio)

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy