TARIFFE ASILO NIDO, E’ ARRIVATA LA STANGATA

A cura del Partito Democratico di Cerreto d’Esi

In questi giorni il Comune di Cerreto d’Esi ha comunicato gli aumenti delle rette dell’asilo nido che scatteranno dal mese di maggio. Siamo di fronte ad una vera e propria stangata: per l’intera giornata è previsto un aumento del 10% (da 300 a 330 €), per la mezza giornata si passa da 230 a 250 €, mentre il servizio del centro per l’infanzia vede un aumento di ben 50% (da 100 a 150€). Ancora una volta l’amministrazione comunale dimostra la totale indifferenza verso i cittadini e le loro esigenze.  E’ chiaro che per il Sindaco il sociale sia un costo inutile: costa troppo? Si aumenta o si chiude, con tanti saluti ai cittadini. I servizi sociali dovrebbero invece ricoprire il livello principale negli sforzi di un Comune sano.

L’asilo nido è un servizio essenziale per le famiglie, un luogo di crescita fondamentale per i bambini e un valore aggiunto per la nostra comunità. Siamo di fronte ad una chiara scelta politica del sindaco Giovanni Porcarelli: aumentare le rette e costringere la maggior parte dei genitori a non mandare più i proprio figli, ridimensionando il nido in modo da avere una giustificazione valida per chiuderlo una volta per tutte. Come partito democratico siamo al fianco dei genitori e delle educatrici e ci batteremo affinchè questo sciagurato piano di chiusura del nido non si verifichi. Un Sindaco che opera in questo modo crudele e criminale verso la propria comunità dovrebbe fare solo una cosa: dimettersi il prima possibile.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy