DUE CASE DELL’ACQUA A FABRIANO

Anche Fabriano ha installato due case dell’acqua che entreranno in funzione nelle prossime settimane. Una è collocata nel piazzale Maestri del Lavoro, vicino ai Giardini pubblici e l’altra all’intersezione di via Dante con via Tommasi. Al costo di cinque centesimi al litro si può prelevare sia acqua naturale che frizzante. La delibera comunale era stata approvata un anno e mezzo fa. Poi si è messo in moto l’iter burocratico che ha portato, a maggio, all’affidamento dei lavori alla ditta Pro Acqua di Trento. Nelle ultime settimane sono stati realizzati due basamenti in cemento ed è stata installato l’erogatore. Erano stati i cittadini fabrianesi a sollecitare la Giunta Sagramola per ottenere questo servizio che ha riscosso molto successo in tante città italiane. A Sassoferrato e a Cerreto d’Esi la casa dell’acqua è operativa da molti anni e molte persone che si riforniscono nella struttura situata a due passi dal centro storico. A Fabriano sono state scelte due postazioni, una nel quartiere Santa Maria e l’altra al parcheggio dei giardini di via Cappuccini. Non è esclusa l’installazione, nei prossimi anni, di un’altra casa dell’acqua nel quartiere Borgo. Polemiche in rete: i cittadini chiedono di poter usufruire del servizio con moneta contante e non con tessera ricaricabile.

(foto di repertorio)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy