Fabriano – 63enne punto da sciame di calabroni: vivo per miracolo grazie a polizia e 118

Fabriano – Intervento salvavita degli agenti del Commissariato di Fabriano. Salvato un 63enne domiciliato a Gubbio, in Umbria. L’uomo è vivo per miracolo grazie all’arrivo tempestivo della polizia e del 118.

Il fatto

Nel corso della mattinata odierna, alle ore 9.45, è giunta al 112 NUE una richiesta di intervento urgentissima che segnalava un uomo colpito da shock anafilattico provocato da punture massive di uno sciame di calabroni. Al momento della richiesta non erano disponibili mezzi di soccorso sanitari né altre unità di intervento in ragione di un sinistro stradale nei pressi delle gallerie fabrianesi dove un auto aveva preso fuoco. Vista l’emergenza i poliziotti del Commissariato in servizio interno, utilizzando un veicolo provvisto della segnaletica acustica e luminosa d’emergenza hanno raggiunto celermente la zona ove la persona in pericolo era stata segnalata. Questa risultava essere nei pressi dell’uscita Fabriano ovest – rotatoria Cancelli. E’ stato proprio l’utilizzo del lampeggiante ad essere determinante per la localizzazione dell’intervento da parte dell’eliambulanza che nel frattempo era sopraggiunta dall’ospedale regionale di Torrette. Il personale medico che è intervenuto ha constatato che il ferito era privo di sensi e ha praticato gli interventi di emergenza salvavita che risultavano determinanti. Nel dettaglio i poliziotti hanno ricostruito che il malcapitato 63enne ed un suo amico (dipendenti di una ditta di legnami eugubina), poco prima, si erano inoltrati nel bosco di Valleremita per tagliare della legna. In qualche modo, ad un certo punto, sono stati investiti da uno sciame di calabroni ed uno dei due investito da una ventina di punture. Da subito ha accusato forti dolori all’area interessata che sono peggiorati nei minuti successivi in una progressiva depressione respiratoria. Il suo amico lo ha fatto sedere nella vicina autovettura segnalando l’emergenza al 112 NUE che ha attivato la macchina dei soccorsi. L’uomo è stato quindi trasportato in eliambulanza all’ospedale di Profili. E’ vivo per miracolo grazie alla puntura di adrenalina fatta sul posto. Non è in pericolo di vita.

Marco Antonini