L’estate fabrianese nei luoghi d’arte ricchi di capolavori

Fabriano – Hanno riaperto la Pinacoteca Molajoli e il Centro di accoglienza turistica Iat, quest’ultimo dopo circa due anni di chiusura. Le strutture fabrianesi sono pronte ad accompagnare i visitatori nel mondo dell’arte locale, tra musei e chiese ricche di capolavori, dopo il periodo della pandemia. Allo studio l’apertura prolungata anche di alcuni luoghi di culto che non possono non essere ammirati quando si arriva in città. Parliamo di chiese come San Benedetto, Santi Biagio e Romualdo, San Nicolò, San Venanzio, senza dimenticare l’oratorio del Gonfalone. Su questo c’è stato, infatti, un incontro tra l’assessore al Turismo, Andrea Giombi, e la Curia Diocesana. Per quanto riguarda la Pinacoteca, ultimamente chiusa per riallestimento, è stata riaperta al pubblico dalle 9 alle 18, dal martedì alla domenica. Sono previste aperture straordinarie, oltre quella di ieri, anche per lunedì 25 luglio e il primo agosto agosto dalle 9 alle 15. Fino alla fine di agosto l’orario di apertura è stato ampliato di due ore (senza chiusura alle ore 16) per poter accogliere al meglio i numerosi turisti e visitatori, appassionati d’arte e famiglie, che potranno apprezzare la preziosa collezione che la Pinacoteca civica di Fabriano conserva. Intanto è tornato operativo l’ufficio turistico e centro IAT regionale. E’ sito in centro, presso Palazzo del Podestà, al numero 38 di Piazza del Comune. Sarà possibile a tutti i turisti, cittadini utenti, imprese commerciali e strutture ricettive, far riferimento a questo servizio che riprende secondo il seguente orario: dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 18. “L’orario prolungato permetterà di poter accogliere le numerose richieste e poter offrire il meglio per poter valorizzare la nostra città sempre più meta di turisti. Il personale specializzato sarà a disposizione per poter rispondere alle esigenze e guidare alla conoscenza della città di Fabriano: dalle bellezze artistiche ai siti museali, dai servizi di trasporto alle strutture ricettive e naturalmente fornire informazioni e contribuire alla valorizzazione non solo di Fabriano, ma di tutto il territorio” si legge in una nota dell’Amministrazione comunale.

Operativo anche il Museo della Carta: dal martedì alla domenica, dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 18. Visite guidate alle ore: 10-11-12-15-16-17. Laboratori alle ore 11, 12, 16 e 17. I Giardini del Poio, invece, sono aperti dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19. L’Oratorio della Carità dal martedì al sabato dalle 15 alle 19. Il Museo Guelfo dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

L’assessore al Turismo Andrea Giombi: “La riapertura, dopo circa due anni, dell’Ufficio Turistico e centro Iat regionale – dichiara – rappresenta un punto di partenza cruciale per valorizzare la città. Il servizio avrà a disposizione personale altamente qualificato che riuscirà ad assolvere in pieno all’obiettivo di informare e presentare con cura le bellezze del territorio. E’ necessaria – conclude – una collaborazione con i Comuni vicini, la Diocesi, le realtà associative, gli operatori economici, per rendere una offerta turistica di ampio respiro, particolare e unica nel suo genere”. Convocata una prima riunione con i commercianti per pianificare i prossimi mesi.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy