In evidenza

Candidati al lavoro in città e nelle frazioni

Fabriano – Vinicio Arteconi, Roberto Sorci, Daniela Ghergo e Joselito Arcioni. E’ questo l’esito del sorteggio effettuato in Comune da parte della Commissione elettorale per il posizionamento nella scheda elettorale in vista del voto del 12 giugno. I quattro candidati a sindaco di Fabriano sono impegnati, in questi giorni, in una serie di incontri sia in città che nelle frazioni. Vinicio Arteconi (associazione Fabriano Progressista, due liste) prosegue la battaglia in difesa dell’ospedale. “Non ci sono abbastanza infermieri ed è impossibile fare le ferie. Area Vasta 2 prima pensa di accorpare i reparti, poi decide di ridurre gli interventi chirurgici: ci sarà l’esplosione delle liste di attesa. Il PD ha smembrato l’ospedale – prosegue – i 5 Stelle hanno fatto finta di niente, la destra sta finendo il lavoro”. Sull’inquinamento da tetracloroetilene a Santa Maria attacca la maggioranza uscente: “Da mesi la barriera che aspira l’acqua è spenta, per la rottura di un componente non costoso. Basterebbe una firma per risolvere il problema”. Roberto Sorci, (Coalizione Sorci con quattro liste civiche) con lo slogan “Continuiamo ad ascoltare i cittadini” è impegnato nelle frazioni. Sorci parla di Fabriano come “Città comprensorio” in un’ottica di piena condivisione e sinergia con le altre amministrazioni. Sul tema del potenziamento dell’offerta turistica, Sorci attribuisce carattere prioritario alla “rapida valutazione di progetti di rivisitazione e ampliamento dei parcheggi in prossimità del centro” ed evidenzia come uno degli obiettivi primari è “ridisegnare la macchina comunale per far risparmiare tempo prezioso ai titolari d’impresa”. Daniela Ghergo (Coalizione Democratica, 4 liste) parla di turismo. “Per il rilancio e una migliore programmazione dei contenitori d’arte in funzione di una ricaduta prima di tutto sociale – sottolinea – puntiamo alla valorizzazione del Museo della Carta e della Filigrana e del Teatro Gentile”. Ghergo annuncia che il suo programma prevede “la nomina in Giunta di un assessore con delega alle frazioni per il rilancio della città c’è bisogno di un territorio unito e di un Comune che non perda di vista i problemi dei suoi cittadini”. Joselito Arcioni, Movimento 5 Stelle, parla di sport. “Sulla linea della continuità e della coerenza vorremmo continuare a sistemare gli impianti sportivi recuperando i decenni di completo abbandono. C’è ancora tanto da fare e ci sono già progetti pronti e le risorse per finanziarli”. Sullo sviluppo del territorio Arcioni dice che “l’Amministrazione comunale non crea posti di lavoro, ma i presupposti che consentono di costruire opportunità per chi ha idee imprenditoriali e per consolidare e supportare le realtà esistenti”.

Marco Antonini