Fabriano – Sequestrate 11 tonnellate i parquet irregolare proveniente dalla Cina

Fabriano – La Guardia di Finanza ha sequestrato 11 tonnellate di parquet irregolare e proveniente dalla Cina. È l’ultima operazione dei finanzieri della città della carta che nel corso di un operazione di servizio coordinata dal comando provinciale di Ancona, hanno individuato i sottoposto a sequestro amministrativo presso una ditta fabrianese ben 11 tonnellate di parquet.

Il parquet, pari ha circa € 43.000 di valore commerciale, è stato sequestrato. Una volta montata avrebbe coperto un’area pari a oltre 1.600 metri quadrati. Elevata anche una sanzione amministrativa pecunaria che va da un minimo di € 500 al massimo di 5000 euro nei confronti del legale rappresentante della ditta, un 50enne fabrianese responsabile dell’operazione.
La merce è risultata contenuta in un container proveniente dalla Cina, non in regola con la normativa comunitaria in materia di etichettatura e privo del previsto marchio CE. L’operazione delle Fiamme Gialle è iniziata con un controllo in materia doganale che si è svolto in sinergia tra i militari della tenenza di Fabriano e della compagnia di Ancona nei confronti di una società di Fabriano di parquet e destinatari di un container transitato dal porto di Ancona.
Dopo aver constatato la regolarità della documentazione doganale relativa all’importazione effettuata i finanziari si sono concentrati sull’analisi della genuinità della merce, con particolare riferimento al rispetto delle norme contenute nei regolamenti comunitarie sulla sicurezza dei prodotti e la tutela dei consumatori. È stato quindi accertato che il parquet importato era prima del marchio CE e delle relative certificazioni di sicurezza oltre che delle indicazioni minime per il consumatore in etichetta prevista dalla normativa comunitaria.
È quanto riferisce un comunicato stampa della Guardia di Finanza.
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy