EMERGENZA FURTI

Prima tre colpi a un’attività commerciale e due aziende di Fabriano per un valore, tra bottino e danni, superiore a 100 mila euro, poi, nemmeno 24 ore dopo, quattro nuovi raid messi a segno dai ladri nella città della carta con la fuga con un’Audi A3 grigia rubata in via Quasimodo. I residenti: “Abbiamo paura”. Le forze dell’ordine: “Potenziati i controlli”. Mercoledì sera da dimenticare per quattro famiglie residenti tra via Serraloggia, Bovio e Campo Sportivo. Nonostante i tanti furti denunciati a polizia e carabinieri proseguono gli assalti di una o più bande a Fabriano. I ladri acrobati sono saliti, tra le ore 18 e le 20, al secondo piano di due palazzine di via Serraloggia, hanno forzato le rispettive finestre e sono entrati. In poco tempo hanno asportato oro e gioielli: per far prima hanno utilizzato un metal detector per cercare i preziosi. Alla fine il bottino ha superato, di poco, quota 2 mila euro, ma sono tanti i danni lasciati in casa. Diverse stanze, infatti, sono state messe a soqquadro. Poi la banda è fuggita. Non è chiaro, al momento, se la stessa abbia effettuato un altro raid a pochi chilometri di distanza o se c’erano altri malviventi pronti ad entrare in azione. Fatto sta che, in serata, dopo un tentato furto a una villetta andato male causa allarme inserito, i ladri sono riusciti a rubare un’Audi A3 grigia che era stata parcheggiata dai proprietari nel garage dell’abitazione, in via Quasimodo, quartiere Campo Sportivo. Nelle stesse ore un furto in via Bovio, nel quartiere Piano senza riuscire a portar via nulla di valore. Almeno quattro i colpi messi a segno dai ladri che sembrano non arrendersi nonostante i tanti controlli e posti di blocco effettuati dalle forze dell’ordine in un comprensorio vasto come il Fabrianese, fatto di tante frazioni, strade e stradine, fino a Cerreto d’Esi, Sassoferrato e Genga.

Intanto proseguono le indagini sul colpo di martedì notte presso Janus Holiday, in via Brodolini. I carabinieri hanno visionato le registrazioni delle telecamere di sicurezza di alcune attività commerciali della popolosa via del Borgo. Sono quattro le persone fuggite a bordo di un’auto di grossa cilindrata alle 3,53 dopo aver caricato, su un furgone, cinque moto da Enduro e altrettante biciclette per un valore di circa 70 mila euro. La banda prima ha sfondato la vetrata di Janus Holiday (foto) facendo cadere il pesante vetro su una vetrina interna, poi, in un battibaleno, ha caricato dieci mezzi a due ruote ed è fuggita. Il proprietario dello stabile, Gianni Tavolini, abita al piano di sopra. Ha sentito suonare l’allarme, si è affacciato sulla finestra che dà sull’ingresso del negozio, ma non ha visto nulla. Così è andato a vedere dall’altra parte dello stabile e ha notato l’auto scura andar via. Subito ha chiamato le forze dell’ordine. Durante il sopralluogo i carabinieri hanno sequestrato un’ascia e una mazza, arnesi di scasso che sono stati abbandonati davanti alla vetrata sfondata. Sempre martedì notte i ladri hanno preso di mira Fabria Car, l’azienda specializzata nella riparazione e manutenzione dei carrelli elevatori situata a Ca’Maiano, lungo la strada provinciale che collega Fabriano a Sassoferrato e la concessionaria Riccitelli.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy