CLASSE TERZA IN QUARANTENA, FATTI I TAMPONI

di Marco Antonini

Fabriano – Sono stati effettuati ieri mattina, domenica, i tamponi agli alunni della terza A dell’Istituto Tecnico Agrario Vivarelli di Fabriano e ai docenti che hanno fatto lezione in quella classe martedì e mercoledì scorso. Il tutto a seguito del caso accertato di Covid-19 di uno studente 16enne, residente in provincia di Perugia, che frequenta l’Itas e che pernotta al Convitto dell’istituto a due passi dal parco comunale. Complessivamente si sono sottoposti al test 17 alunni più gli insegnanti. “L’Asur ha fatto tutti gli accertamenti del caso e possiamo riattivare il convitto da questa mattina. Questa estate abbiamo svolto un grande lavoro per garantire la sicurezza di tutti. Lavoro che è stato apprezzato dall’Asur, tanto da non prevedere ulteriori prescrizioni e considerando il rischio di contagio classificato “medio-basso”. È un riconoscimento per le misure che abbiamo implementate” spiega il dirigente scolastico, Emilio Procaccini. Le lezioni a distanza per la classe inizieranno domani o mercoledì mattina. Tutta la classe è in isolamento. L’auspicio è che in queste due settimane la situazione rimanga sotto controllo e non si inneschi un focolaio. Le lezioni proseguono normalmente per tutte le altre classi e i circa 55 alunni che frequentano il Convitto, un fiore all’occhiello di questa realtà scolastica, potranno pernottare da oggi nella struttura. Molti vengono da fuori provincia, alcuni anche da fuori regione come il caso del giovane calciatore umbro risultato positivo, con molta probabilità, dopo una serie di allenamenti a Gubbio. Attualmente è asintomatico e in buone condizioni di salute.

Ambito 10

Negli ultimi giorni, nell’Ambito 10, sono aumentate le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario. A Fabriano, si è registrato un nuovo caso di positività; 15 gli attualmente positivi, 97 i guariti. In quarantena quasi cento persone. Tre i positivi a Genga, 20 persone sono in isolamento. Un caso è stato registrato nei giorni scorsi a Sassoferrato: sono 6 gli attualmente positivi; 15 in quarantena. A Cerreto d’Esi i positivi sono 2. Dieci in quarantena. Serra San Quirico si conferma l’unico Comune Covid-free della zona: qui ci sono solo una ventina di persone in quarantena dopo essere rientrate dall’estero.

I controlli 

Potenziati i controlli per monitorare il corretto utilizzo delle mascherine. Un problema culturale soprattutto tra le nuove generazioni. Sono molte le segnalazioni, a Fabriano, di persone, che vanno in giro senza questo dispositivo di protezione. Alcuni la tengono ben ancorata al braccio, poi se si vede arrivare da lontano la pattuglia, la indossano regolarmente. Anche sabato sera polizia, carabinieri e polizia locale, in sinergia, hanno effettuato controlli nelle principali vie della città e in prossimità delle attività commerciali. Non sono state elevate contravvenzioni, ma non si esclude che, in queste ore, dalla fase di ammonimento si passi a quella sanzionatoria. Sono stati fatti anche posti di blocco per monitorare le condizioni di coloro che si mettono alla guida di un mezzo. Spaventa, infatti, l’abuso di alcol, tra i giovani. Per le vie del centro sono stati effettuati servizi di osservazione anche in borghese. Tante le lamentale che arrivano da facebook. I fabrianesi lamentano il poco rispetto delle normative per evitare la diffusione del covid-19. Dito puntato contro le passeggiate in gruppi numerosi al parco Regina Margherita, spesso senza mascherina, e contro gli assembramenti senza rispettare la distanza minima di sicurezza.

Il bollettino di lunedì mattina 12 ottobre 

Il servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 837 tamponi: 469 nel percorso nuove diagnosi e 368 nel percorso guariti. I positivi sono 37 nel percorso nuove diagnosi: 21 nella provincia di Ancona, 5 in provincia di Macerata, 7 nella provincia di Fermo, 2 in provincia di Ascoli Piceno e 2 in provincia di Pesaro Urbino. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (11 casi rilevati), contatti in setting domestico (9 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (4 casi rilevati), 1 rientro dalla Tunisia, 2 casi riscontrati dallo screening realizzato nel percorso sanitario, contatti in setting lavorativo (2 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/divertimento (2 casi rilevati), 1 contatto in setting assistenziale, contatti in setting scolastico/formativo (2 casi). Di 3 casi si stanno effettuando le indagini epidemiologiche.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy