QUADRILATERO, DUE INFORTUNI IN 4 GIORNI. SINDACATI PREOCCUPATI

Fabriano – Due infortuni sul lavoro nei cantieri Quadrilatero di Marche e Umbria in pochi giorni. Uno l’11 luglio e uno il 15 tanto che i sindacati lanciano l’allarme. Entrambi non gravi. Nel primo caso un operaio ha perso una parte del pollice della mano sinistra. Si tratta di un lavoratore che, oltre ad un’esperienza pluriennale nel settore edile, è stato eletto come Rsu aziendale per la Feneal Uil nelle votazioni dello scorso mese e che è il fratello dell’altro rappresentante eletto nelle file della Fillea Cgil, quest’ultimo anche rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Più lieve, invece, il secondo episodio. I sindacati monitorano la situazione: “Siamo indignati. Invitiamo tutti – riferiscono alcuni sindacalisti – a tenere alta l’attenzione sulla sicurezza e nelle attività lavorative. Sono pochi gli infortuni avvenuti nel cantiere Quadrilatero nel periodo in cui lavori sono stati gestiti da Astaldi che in materia di sicurezza ha sempre investito molto, ma che oggi fa segnare un più 2 al costante bollettino di guerra riferito agli infortuni nel settore edile. Non ci addentriamo per il momento nella valutazione delle motivazioni che hanno portato gli infortuni, ma ci sentiamo di dover porre attenzione a quelle richieste fatte tramite la stampa per l’accelerazione produttive. Siamo concordi – concludono – che l’opera debba terminare in tempi brevi, ma non a discapito della sicurezza dei lavoratori sulla quale metteremo sempre la massima attenzione. I ritardi sono costi per la società intera come sono costi gli infortuni sul lavoro, per la società, per i lavoratori e le famiglie che li subiscono”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy