QUARTIERE BORGO SENZA LUMINARIE, “PERSA UNA BELLA OCCASIONE”

Di Marco Antonini

Fabriano – “Abbiamo fatto il possibile per avere le luci di Natale anche noi, ma non per colpe nostre, il progetto è saltato. Peccato. Un po’ di colore non avrebbe fatto male”. I commercianti della zona Borgo della città pretendono spiegazioni. Il quartiere, infatti, resta al buio per Natale. Non verranno installate le luminarie. Gli esercenti della zona, da tempo, stanno cercando di rilanciare la zona periferica della città della carta. Si sono riuniti in un’associazione, hanno raccolto fondi (100 euro a negozio) per poter colorare via Martiri della Libertà, via Brodolini fino all’intersezione con viale IV Novembre, ma nulla. La trattativa è saltata, senza un perché. Ieri sera hanno convocato una conferenza stampa presso il bar Grain Cafè. “Siamo amareggiati perché, da mesi, stiamo seguendo il l’idea ambiziosa di colorare il Borgo per Natale. Abbiamo raccolto quasi 2mila euro – dichiara uno dei comercianti, Massimiliano Salvatore – e invece che andare per conto nostro, abbiamo condiviso il progetto dell’Amministrazione comunale e degli esercenti del centro storico scegliendo le stesse luminarie. Eppure non siamo mai riusciti, nonostante posta certificata e conversazioni tramite cellulare, ad avere risposte precise su quanti fili sarebbero stati posizionati lungo le strade. Non abbiamo chiesto nulla di difficile”. Con lui Giovanni Pallotta e una rappresentanza dei commercianti (foto). Le luci avrebbero interessato tutta la strada che dà il benvenuto a Fabriano a coloro che provengono da Marischio, Melano, San Donato, Sassoferrato e di conseguenza dall’entroterra di Pergola e Marotta e a quelli che, da Genga, sarebbero giunti in città passando in via Brodolini.

L’ultima comunicazione con la ditta incaricata risale a martedì pomeriggio. “C’è stato risposto che l’installazione dei fili sarebbe avvenuta sui pali dell’illuminazione pubblica, ma al momento, dopo settimane e settimane di trattativa, con i soldi pronti, nessuno sapeva quando sarebbero stati installati i fili. Eppure Natale è alle porte. A pensare male si fa peccato – aggiunge Massimiliano Salvatore – infatti ieri abbiamo visto i tecnici che stavano montando le luci in centro. Avrebbero potuto parlarci e trovare una soluzione”. Il Borgo, quindi, resta al buio, nonostante i tentativi di non andare per conto proprio, ma di partecipare al progetto illuminazione predisposto per il centro della città. “Abbiamo solo perso tempo per problemi non derivanti da noi. Qualcuno – conclude Massimiliano Salvatore a nome dei commercianti della zona – dovrà darci delle spiegazioni perché, nonostante la raccolta dei fondi fatta con anticipo e le continue trattative sia con gli organizzatori del cartellone natalizio che con l’azienda interpellata, abbiamo dovuto rinunciare al progetto di rivitalizzare il quartiere Borgo dove risiedono più di 4mila abitanti per mancanza di risposte. Poteva essere l’inizio di una collaborazione, ma forse abbiamo dato fastidio a qualcuno”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy