TERZONI (M5S): “76 VERRA’ SBLOCCATA, A OTTOBRE RIUNIONE CIPE”

Roma – “Sono confortanti le parole arrivate oggi dal sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi durante il question time in risposta ad un’interrogazione a mia firma sulla Quadrilatero. Infatti per quanto riferisce la società Anas, lo stop ai lavori nei cantieri della SS 76 dovuto alle difficoltà della Astaldi sarebbe in via di risoluzione. Il contraente del maxi lotto 2 ha provveduto agli adempimenti nei confronti degli affidatari, consentendo alla società committente Quadrilatero di procedere ai pagamenti dei SAL (Stato avanzamento lavori). Alla prossima seduta del CIPE, che in base a quanto riferito da Rixi avrà luogo nella prima decade di ottobre, verranno approvati i progetti della 76 – Perizia di variante n°6 per gallerie Gola della Rossa e San Silvestro – e dei lotti terzo e quarto della Pedemontana. Parole che fanno finalmente chiarezza su un caso che come è noto a tutti aveva imboccato una via oltremodo pericolosa. Tutto l’entroterra marchigiano ha estrema necessità che quest’opera venga portata a termine: l’alternativa è l’isolamento. Rixi ha aggiornato il cronoprogramma: se la tempistica per ultimare la Quadrilatero complessiva – cioè comprensiva di Pedemontana – è di 5 anni, per il completamento dei due tratti Fossato di Vico-Cancelli e Albacina-Serra San Quirico il termine è la fine del 2019. Inoltre, sono arrivate risposte d’impulso nel pomeriggio anche sulla bretella Tolentino-San Severino da parte dell’esecutivo. Al di là di tutto, segnali importanti, che sostanzialmente sbloccano uno scenario di stasi che aveva iniziato a destare parecchie preoccupazioni, perché parliamo di arterie vitali per tutta l’area dell’Appennino umbro-marchigiano”. Così Patrizia Terzoni, portavoce del Movimento 5 Stelle presso la Camera dei Deputati.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy