L’AVIS CON IL PALIO DI SAN GIOVANNI

Prima i Borghi medievali, poi l’apertura delle infiorate ultimate dai maestri della città della carta e il Corteo storico processionale: weekend a Fabriano, con migliaia di visitatori arrivati anche da fuori regione per il Palio di San Giovanni Battista. Più di 300 figuranti, ieri sera, 17 giugno, hanno sfilato nelle vie del centro e fatto ritornare la città nel Medioevo. “Una lezione di storia compresa da tutti – ha detto il presidente dell’Ente Palio, Sergio Solari – che ha fatto avvicinare non solo i residenti alle nostre radici”. Oggi si replica: alle ore 18.00, infatti, è previsto il convegno storico sulla “Fabriano città dei fabbri” presso Palazzo del Podestà. In serata, invece, sono due gli appuntamenti in programma: alle 20.30 concerto Coro Vox Nova a San Biagio e alle ore 21.30 la Giostra dei giochi popolari in Piazza del Comune. Domani, martedì 19 giugno, dalle 18.30 alle 21.30 le ‘giovani guide’ accompagneranno i visitatori in visite guidate sul tema “Faber in amne cudit, tra storia e leggenda”, nel cuore della città. Dalle ore 20.30 nelle quattro Hostarie sono previsti menu con ambientazione e allegorie medioevali. Alle ore 21.30, invece, serata di spettacoli medievali in Piazza del Comune.

Palio e Avis

L’Ente Palio San Giovanni Battista e l’Avis di Fabriano insieme. Partito un importante gemellaggio per far conoscere a tutti l’importanza e il lavoro che, nel silenzio, ogni giorno, grazie ai volontari, l’Avis fa tra la popolazione. Con l’arrivo dell’estate, poi, è anche l’occasione per sensibilizzare più persone possibili a donare sangue prima di partire per le vacanze. “Non potevamo non affiancarci al Palio – dice il presidente dell’Avis, Luciano Bano (nella foto con il presidente Solari) – perchè è la manifestazione per eccellenza della città che vive, come noi, grazie al prezioso apporto dei volontari”. Quest’anno, poi, l’Avis è presente sulle tovagliette utilizzate per servire la cena nelle quattro Hosterie. “Un modo – spiega Sergio Solari, presidente Ente Palio – per far capire a tutti l’importanza dell’Avis. Il sangue da loro raccolto, infatti, è a servizio non solo dell’ospedale Profili, ma anche di altri ospedali delle Marche. Anche la gara podistica di ieri, due giri da 5 chilometri in tutto il centro, è stata l’occasione per sensibilizzare e avvicinare i giovani a questa realtà. Il Palio è e sarà sempre vicino al mondo delle associazioni e dei volontariati”. L’Avis a Fabriano è particolarmente attiva: si conta almeno un donatore a famiglia: tanti i pazienti che, quotidianamente, dicono grazie all’Associazione volontari sangue per il servizio svolto.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy