RIQUALIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE, 87 PROGETTI. 4 DA FABRIANO

Riqualificazione delle strutture ricettive, 87 progetti presentati nell’Anconetano, 4 da Fabriano, per un investimento superiore a 34 milioni. Pieroni: “La Regione punta a migliorare l’offerta turistica con i fondi Por Fesr: 12,6 i milioni di contributi richiesti”

Sono 87 i progetti di riqualificazione delle strutture ricettive presentati dagli imprenditori turistici della provincia di Ancona. Hanno risposto al bando Por Fesr 2014/2020 che assegnava contributi a fondo perduto fino al 50 per cento delle spese sostenute per migliorare la competitività del settore attraverso l’ammodernamento della ricettività. Quattro domande sono pervenute da un comune del cratere sismico: Fabriano. Gli investimenti proposti superano i 34 milioni, a fronte di una richiesta di 12,6 milioni di contributi. A livello provinciale potranno realizzarsi 32,8 milioni di interventi con 12,6 milioni di agevolazioni richieste, mentre nell’area sismica altri 1,3 milioni di investimenti per 571 mila euro di contributi. “Il bando era finalizzato a promuovere e accrescere l’attrattività turistica del territorio, con un riguardo particolare per l’area sismica, puntando sull’ammodernamento dell’ospitalità – sottolinea l’assessore Moreno Pieroni – La competitività si gioca sulla qualità dei servizi che intendiamo migliorare attraverso le opportunità offerte dai fondi europei”. I contributi che verranno concessi coprono la spesa sostenuta per lavori e impianti, attrezzature e arredi, acquisto di terreni e fabbricati finalizzati ad ampliare le strutture ricettive. I progetti ammessi puntano a favorire il livello di sostenibilità ambientale dell’offerta turistica, la sua accessibilità, l’innovazione tecnologica, a migliorare la classificazione alberghiera. Per quel che riguarda Fabriano il valore complessivo dei progetti presentati supera quota 1.352.000,00 euro. Il contributo concesso di 571.000 euro.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy