PISTA, MUSEI E GROTTE: AFFLUENZE TURISTICHE NEL COMPRENSORIO

Si chiude il sipario sul primo Natale a Fabriano organizzato dalla Giunta Santarelli. Successo per la pista di pattinaggio ecologica che ha totalizzato 4.030 ingressi in poco meno di un mese e incassato oltre 20mila euro. “Tanti i turisti arrivati in città – riferisce Nevio Bianchini che gestisce la pista – in prevalenza romagnoli, toscani e romani”. Soddisfatto il primo cittadino che evidenzia come “a dicembre i ristoranti del centro hanno lavorato anche a pranzo nei giorni feriali”. Da ieri, lunedì, sono iniziate le operazioni di smontaggio delle 30 casette del Villaggio.

I musei comunali

Il 2017 si chiude con 27.165 presenze nei due musei comunali di Fabriano: Museo della Carta e della Filigrana e Pinacoteca Molajoli. Numeri positivi per l’assessore alla Cultura, Ilaria Venanzoni, che sottolinea come, quest’anno, si cercherà di aumentare ancora di più la recettività di queste due strutture. Quello che si concluso è stato”un anno complicato che, comunque, ha visto la conferma del turismo per famiglie presso il Museo della Carta mentre le attività per ragazzi e famiglie hanno consentito di raddoppiare gli ingressi in Pinacoteca”. Il riferimento è al terremoto dell’ottobre 2016 che ha bloccato le prenotazioni dei viaggi d’istruzione delle scuole. Proprio nei mesi delle forti scosse, infatti, ogni realtà scolastica procede alla prenotazione delle classiche gite primaverili con gli alunni che si sono spostate altrove. Nel dettaglio sono stati 23.538 i biglietti emessi per una visita al Museo della Carta. Un dato che soddisfa perchè “nella seconda parte dell’anno e con un dicembre che ha visto turisti quasi tutti i giorni – spiega l’assessore Venanzoni – si è in parte recuperato quanto non era stato fatto con il turismo scolastico”. Ammontano a 3.627, invece, gli ingressi alla Pinacoteca Molajoli situata in piazza San Giovanni Paolo II. Un numero importante perchè rispetto al 2016 le visite sono più che raddoppiate  e leggermente in aumento rispetto al 2015. Tante anche gli eventi previsti nel corso di quest’anno per cercare di attrarre residenti e visitatori. Grande successo, ad esempio, per “Un’altra domenica”, l’iniziativa della Pinacoteca dedicata alle famiglie e ai bambini dai 4 agli 11 anni.

Le Grotte

Le Grotte di Frasassi superano la crisi post-sisma con oltre 200mila presenze raggiunte nel 2017. Dopo il calo del 2016 quando, negli ultimi mesi dell’anno, il terremoto ha allontanato i turisti dal complesso ipogeo di San Vittore, ora è tempo di brindare. Sono stati infatti più di 200.000 i visitatori che hanno potuto ammirare lo straordinario fascino delle Grotte, un dato significativo considerato il crollo del turismo scolastico nei mesi di marzo, aprile e maggio. Buone performance sul fronte degli ingressi sono state invece registrate nei mesi estivi, in particolare nel mese di agosto, che ha eguagliato i numeri da record degli anni precedenti (circa 70mila presenze).  Da segnalare un aumento di visitatori nei mesi si settembre, ottobre, novembre e dicembre fino alle 500 presenze il giorno di Santo Stefano, subito dopo Natale.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy