IMPIANTI SPORTIVI, INCONTRO SINDACO-SOCIETA’ SPORTIVE

Nessuna società sportiva ha partecipato alla manifestazione di interesse per la gestione di alcuni impianti sportivi a Fabriano. In primo piano affitti e utenze. L’Amministrazione comunale ha incontrato, negli ultimi giorni, i rappresentanti delle società di calcio: Fortitudo, Fabriano Cerreto, Albacina, Galassia e Atletico Fabriano. L’obiettivo è quello di trovare un punto d’incontro. A decidere i contenuti della manifestazione di interesse era stato il Consiglio comunale nell’era Sagramola: gestione privata dello Stadio comunale Mirko Aghetoni e antistadio per un importo di canone annuo di mille euro; vecchio Campo sportivo e Campo sportivo di Albacina per un importo annuo, per ciascun impianto, di 500 euro. Tanti i soggetti che avrebbero potuto partecipare alla manifestazione di interesse per l’affidamento in gestione: società e associazioni sportive dilettantistiche, Enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e Federazioni sportive nazionali, che avessero rispondenza dell’attività svolta al tipo di impianto sportivo e alle attività sportive in esso praticate; presenza nell’organico della società di istruttori e/o allenatori in possesso della relativa qualifica; aver praticato per almeno due anni una delle attività sportive che si svolgono presso l’impianto sportivo in modo regolare e continuativo anche in altra struttura; aver praticato per almeno due anni nel settore giovanile; avere un numero di tesserati non inferiore alle 50 unità. Il disciplinare concedeva la possibilità di partecipare sia in forma singola che come raggruppamento: nel caso in cui fossero pervenute domande per la gestione di un impianto sportivo, si sarebbe proceduto alla gara, ma così non è stato. Martedì l’incontro tra il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli e l’assessore allo Sport, Francesco Scaloni con le società sportive. “Mille euro annui o 500 euro annui sono cifre irrisorie – ha detto il primo cittadino – visto che poche rette mensili coprirebbero il tutto già nell’arco di due mesi. Sulla questione utenze a carico dei gestori credo che sia una forma di responsabilizzazione, se non lo fai, rischi che non ci sia attenzione e gestione prudente delle risorse”. Al termine del vertice il commento sintetico del primo cittadino: “Serve una soluzione soddisfacente per entrambe le parti. Le società sportive hanno ribadito le loro difficoltà nel sostenere le spese per le utenze, in modo particolare dell’acqua. Rispetto al passato bisogna cambiare. Noi – ha concluso – stiamo facendo sforzi per rendere fruibili le strutture anche compensando la mancata manutenzione ordinaria che doveva essere fatta da chi utilizzava gli impianti sportivi. Entro quindici giorni ci rincontreremo per trovare un punto di mediazione che soddisfi tutti”. Alcune società che non avevano tutti i requisiti richiesti e, per questo, non hanno partecipare alla manifestazione di interesse sono pronte a gestire questi impianti alle condizioni del disciplinare attuale e avrebbero già contattato l’Amministrazione comunale.

Oggi, intanto, presso Palazzo del Podestà, si riunirà il Consiglio comunale. L’appuntamento è alle ore 18. Ecco l’ordine del giorno: www.comune.fabriano.gov.it/index.php/in-primo-piano/7870-0-0-0-0-0-0-0-0-0-0-0-0-ordine-del-giorno-della-seduta-di-28-settembre-3

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy