IL RITRATTO DI MONSIGNOR PRATI DEL “SASSOFERRATO”

Gli appassionati d’arte, di storia, ma anche per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al “bello” non possono perdersi la mostra di Giovanni Battista Salvi detto “il Sassoferrato”. presso il complesso di Palazzo Scalzi a Sassoferrato, borgo marchigiano dell’Appennino umbro-marchigiano. Il Salvi, pittore di alta raffinatezza, è uno dei protagonisti del Seicento, conosciuto per le sue opere legate al tema sacro, devozionali, di estrema contemplazione religiosa: le sue Madonne, Vergini tra enigmaticità, devozione e purezza in una dimensione senza tempo. Tra le varie opere della mostra, oltre ai pregiati disegni della Collezione Reale Britannica della Royal Library di Windsor, possiamo ammirare anche due splenditi ritratti dal formato piuttosto imponente, due tele d’imperatore secondo il gergo tecnico legato al mondo dell’arte. Il “Sassoferrato” si mostra anche notevole ritrattista, il ritratto di Monsignor Ottaviano Prati spicca per la sua straordinaria intensità cromatica, per l’imponenza e l’inflessibilità del personaggio, sicuramente uno dei ritratti più degni di nota del Seicento, vanto della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini di Roma. Monsignor Prati fu vicario del Cardinale Ippolito Aldobrandini, poi governatore a Benevento e della provincia del Patrimonio di San Pietro, infine vescovo di Bertinoro, in Romagna. Di questo bellissimo dipinto, risalente al 1650, è conservato in mostra anche il disegno preparatorio completo. Il Salvi pone la sua firma nel foglio raffigurato e tenuto dalla mano sinistra del Monsignore che invece nella destra ha un libro dalla copertina verde. Sguardo fiero, deciso, autoritario, il Monsignore viene raffigurato con una veste dal vivace e fluido cromatismo, un blu elettrico alternato al bianco sfumato e ad un rosso molto vivace, un vero e proprio capolavoro del Sassoferrato che troverete in Mostra insieme ad altri bellissimi pezzi; la mostra Devota Bellezza è possibile da visitare fino al 5 novembre 2017.

Francesco Fantini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy