CNA: “FABRIANO CITTÀ ACCOGLIENTE, SERVONO NUOVE POLITICHE TURISTICHE”

Di Andrea Riccardi, Segretario della Cna di Fabriano area vasta

Nel corso della mattinata di oggi, 21 luglio, i vertici della Cna cittadina hanno telefonato all’Assessore Ilaria Venanzoni per un primo confronto sul turismo e sulle potenzialità di Fabriano. “Sono molto soddisfatto per l’approccio costruttivo – spiega Andrea Riccardi segretario della Cna di Fabriano area vasta – e, a partire dal progetto del comune che prevede di aggiornare le mappe turistiche con i nomi dei bar e ristoranti, abbiamo proposto, assieme al presidente Romagnoli, un percorso che coinvolge maggiormente gli operatori economici e che non si limiti a una semplice ristampa del materiale cartaceo: se possibile, sarebbe utile che i turisti possano individuare attraverso totem ben visibili quali sono i bar o i ristoranti dove poter entrare per chiedere le mappe e informazioni sulla città; i titolari devono poter scegliere se entrare nel circuito ed essere formati attraverso un confronto con lo stesso Assessore, in modo da costruire una rete che, almeno come immagine, migliora la comunicazione e apre la città ai turisti e visitatori. Inoltre, è fondamentale predisporre materiale e insegne in lingua e, dove possibile, prevedere, fuori dai palazzi o nelle immediate vicinanze di un monumento, supporti linguistici per i non vedenti”. La Cna si incontrerà nei prossimi giorni con l’assessore Venanzoni per condividere una strategia volta a sfruttare le potenzialità turistiche di Fabriano e chiederà che si lavori fin da subito su politiche trasversali in grado di fare sistema tra i diversi comuni montani. “Da parte nostra – conclude Romagnoli – ci stiamo confrontando con i vertici della Confartigianato e della Confcommercio per proporre iniziative condivise ed esprimere posizioni unitarie in modo da rappresentare tutti gli artigiani e i commercianti fabrianesi”.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy