A FABRIANO I FUTURI CAMPIONI DEL NUOTO PARALIMPICO

di Federica Stroppa

L’impianto Aqua il 30 aprile ha acceso nuovamente i riflettori sul nuoto Paralimpico. Grazie alla macchina organizzativa messa in moto dalla PO.DI.F “Mirasole” la kermesse nazionale dei Campionati giovanili FINP/FISDIR ha avuto un grande successo. La Regione Marche, l’Unione Montana Dell’esino-Frasassi, Frasassi-Le Grotte, Fondazione Carifac, l’Airforce, la Veneto Banca e tutti gli altri sponsor hanno reso possibile questa manifestazione di alto livello. In questa terza edizione dei campionati a darsi battaglia tra le corsie sono stati 78 atleti rappresentanti 32 società. L’importanza dell’evento non è da ricercarsi tanto nei numeri quanto nelle prestazioni degli atleti visti gli otto record assoluti e i nove di categoria. Questo evento infatti delineerà la nazionale che andrà a disputare gli European Para Youth Games (EPYG) che si terranno a Genova a metà settembre. I Giochi Paralimpici Europei saranno rivolti ad atleti nati nella fascia tra il 1995 e il 2001. Per questo motivo a Fabriano erano presenti il presidente FINP Roberto Valori, il vice presidente Oliviero Castiglioni, il segretario Franco Riccobello ed il tecnico federale Enrico Testa. All’apertura della manifestazione non hanno fatto mancare il loro plauso alla polisportiva il Sindaco Giancarlo Sagramola e il vescovo Mons. Stefano Russo. Così come il presidente David Alessandroni e Pietro Stroppa, il deus ex machina della manifestazione: i due hanno voluto ringraziare la federazione, gli atleti, gli accompagnatori e soprattutto i genitori dei piccoli campioni. In vasca la competizione si accende subito visto che Caterina Mescini nei 50 dorso (S5) si aggiudica la medaglia d’oro con una gara sempre in progressione alla ricerca del crono che arriva: 57″78 nuovo record italiano per la categoria ragazzi. Nei 50 stile S5 si rinnova il duello tra Mescini Caterina e Agostini Irene dell’ASPEA Padova, ne esce una gara tiratissima e ricca di suspence, che si risolve all’arrivo. Per soli 15 centesimi Caterina si laurea campionessa italiana in 49″24. L’altro atleta in gara per la Mirasole, il giovane Mahmoud Draibine, pur disputando il campionato e facendo registrare ottimi tempi nella categoria S12, nei 100 stile chiude in 1’22″15 nuovo record italiano categoria ragazzi mentre nei 50 stile – 35″09 – è considerato fuori gara visto che non ha ancora la cittadinanza italiana, che arriverà il primo giugno. Mahmoud sarà prontissimo per il XL Campionato Italiano Assoluto Estivo di nuoto paralimpico che si terrà a Lodi dal 14 al 16 luglio. Questi riscontri cronometrici dimostrano l’ottimo lavoro dei due allenatori che in questa competizione e negli allenamenti seguono i ragazzi, Claudia Del Mastro e Stefania Giuliani. Al successo di questa edizione ha contribuito anche la presenza dei fotografi di Arteconi Fotografica che hanno reso indelebili le emozioni di tutti i ragazzi. Un aiuto fondamentale per l’ottima riuscita della manifestazione è arrivato dai volontari della Croce rossa e dai medici che si son succeduti, Franco Castellani e Domenico Maddaloni: a loro va il nostro grazie. Un grazie anche alle due associazioni, l’AVIS che a messo a disposizione la propria sala per la riunione tecnica e la sottosezione UNITALSI di Fabriano che ha effettuato i trasporti con il proprio pulmino, e un sentito ringraziamento anche al volontario Mario Re.

(foto Arteconi Fotografica)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy