ARIA AVVELENATA, 6 SFORAMENTI A FABRIANO IN DUE MESI

Polveri sottili. Nei primi due mesi dell’anno si sono registrati fino a 14 sforamenti di pm10 nelle centraline di Ancona e provincia. I valori sono schizzati fino al picco di 84,4 microgrammi per metro cubo a Falconara Scuola, i 73,1 di Fabriano con 6 sforamenti e 70,8 di Falconara Alta. Poco più sotto Ancona dove la concentrazione registrata è arrivata a 67 microgrammi. In 58 giorni Ancona e Falconara hanno già cancellato un terzo del bonus previsto dalla legge, ovvero quei 35 sforamenti tollerati in un anno. I dati sono stati pubblicati dal Corriere Adriatico. A Jesi l’amministrazione nelle settimane scorse aveva già ipotizzato una o due domeniche ecologiche anti-smog. Ad Ancona l’assessorato alla Sanità ha avviato la collaborazione con Regione, Arpam e Ars per avviare un progetto che possa permettere di arrivare ad individuare azioni da mettere in campo, mirate magari nelle zone dove di riscontreranno i problemi più seri. Lo scorso anno la maglia nera era andata a Falconara dove la centralina aveva fatto registrare complessivamente 27 sforamenti, a seguire Jesi con 25 e a chiudere il podio l’altra stazione di Falconara Alta con 23 superamenti del limite imposto dalla legge. A seguire Ancona-Cittadella con 13 sforamenti, Fabriano con 11 e Chiaravalle con 5.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy