UN MEZZO A 9 POSTI DONATO ALLA PROTEZIONE CIVILE DI FABRIANO

Presso la sede della Protezione Civile Comunale in via delle Fornaci è stato presentato un nuovo mezzo di trasporto a disposizione dei volontari. Il Lions Club di Fabriano ha donato alla Protezione Civile Comunale un pulmino Volkswagen a 9 posti. E’ stato consegnato ieri  mattina, 27 dicembre, dal Presidente del Lions Club Fabriano Mario Muto al Presidente della Protezione Civile Otello Bernacconi alla presenza degli Assessori Balducci e Pallucca e di alcuni volontari. “Proprio in occasione del sisma che ha colpito gravemente il nostro territorio, il Lions Club si è distinto per le tante iniziative di supporto ed aiuto agli sfollati – ha detto il Presidente Mario Muto –  perchè la nostra finalità era quella di offrire aiuto alle tante persone che erano nelle strutture di emergenza fabrianesi ma la Protezione Civile comunale si era già perfettamente  organizzata nell’offrire accoglienza e pasti caldi , quindi abbiamo deciso di venire incontro alle loro esigenze fornendo loro un mezzo di trasporto che potesse permettere lo spostamento di un numero elevato di volontari aumentando la tempestività degli interventi.” Soddisfatto il presidente della Protezione Civile locale Bernacconi. ” Il pulmino a 9 posti – ha sottolineato – ci permetterà di raggiungere i luoghi delle emergenze senza fare tanti viaggi visto che abbiamo per lo più mezzi a due posti e, nello stesso tempo,  ci permetterà di diminuire le spese per i vari spostamenti.”

La Protezione civile nel periodo del terremoto

Il ruolo della  Protezione Civile, che  opera ormai da anni nel territorio fabrianese con più di 55 volontari di età compresa dai 16 ai 75 anni , è stato essenziale per fronteggiare tante calamità naturali e in particolare va sottolineata l’attività svolta in seguito agli eventi sismici del 24 agosto quando i volontari sono stati impegnati nei campi allestiti dalla Regione Marche ad Arquata del Tronto, Castel Sant’Angelo sul Nera, Pescara del Tronto ed a Maltignano. In seguito alle scosse del 26 ottobre e successivi episodi che hanno interessato direttamente il territorio fabrianese, la Protezione Civile di Fabriano  ha provveduto ad allestire e gestire quattro centri di accoglienza, e precisamente presso la palestra Allegretto (35 posti letto), il Palacesari (130 posti letto), il Palafermi (120 posti letto) nonché la gestione completa del treno con cuccette  presso la stazione ferroviaria con 300 posti letto. Gli stessi volontari hanno provveduto ad installare tende in località Collamato, San Michele, Attiggio, Argignano e Marischio, sistemati letti e brandine e coperte, nonché generatori di emergenza e stufe elettriche. Durante tutta l’emergenza, la Protezione Civile ha gestito la sala operativa del C.O.C. a cui pervenivano tutte le richieste della popolazione  tenendola aperta 24 ore su 24 per più di 40 giorni, fino alla fine dello stato di emergenza.

 

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy