TERREMOTO A FABRIANO, FUORI CASA 650 PERSONE

AGGIORNAMENTO SISMA FABRIANO

Questa mattina il sindaco Giancarlo Sagramola ha incontrato presso il suo ufficio l’Onorevole Emanule Lodolini (PD) e la Presidente della Provincia di Ancona Liana Serrani. Nell’incontro il Sindaco, insieme all’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione Barbara Pallucca, ha descritto la situazione di emergenza che Fabriano sta vivendo dopo le scosse del 26 ottobre, emergenza aggravata dalla forte scossa di magnitudo 6.5 delle ore 7.41 di ieri mattina.

Ad oggi le persone la cui abitazione è stata dichiarata inagibile sono oltre 300, nelle varie strutture di accoglienza i cittadini ospitati sono circa 650. Fabriano, come gli altri comuni colpiti dal sisma, ha bisogno di un aiuto concreto da parte del Governo, nel decreto al vaglio del Senato per il quale il Governo presenterà degli emendamenti. “E’ importante – ha evidenziato il Sindaco all’Onorevole Lodolini – inserire che chi ha avuto danni in conseguenza dell’evento sismico deve ricevere i fondi necessari per ricostruire, sia enti pubblici che privati cittadini ed imprese.”

Con la Presidente della Provincia Serrani, il Sindaco si è confrontato sulla situazione degli edifici scolastici. Dopo le verifiche dei tecnici, sia le strutture comunali che quelle di competenza della Provincia sono agibili, tuttavia visto il protrarsi dello sciame sismico, con scosse anche di entità importante, molti Sindaci dei territori colpiti dal sisma stanno ipotizzando di sospendere le lezioni anche per i prossimi giorni. “E’ necessario – ha sottolineato il Sindaco – un provvedimento unitario anche per i Comuni che ricadono nella stessa area geomorfologica in Provincia di Ancona in modo da non rischiare il completamento dell’anno scolastico.”

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy