LE MARCHE GENIALI E CREATIVE ALLA RIBALTA AD EXPO 2015

“La notizia è che Le Marche, queste Marche, sono pronte per il dopo Expo!”. Ad affermarlo è Matteo Mauri di EXPO 2015, nel corso dell’evento svoltosi a Cascina Triulza, nel cuore di EXPO 2015, che ha visto in bella evidenza alcune tra le più prestigiose firme del “saper fare” marchigiano. Organizzato in collaborazione con ANCI Marche, l’appuntamento ha rappresentato un momento di felice condivisione e di protagonismo per tutti gli amici che hanno contribuito a sviluppare il modello di Tipicità. Nell’occasione è stato illustrato alla stampa l’innovativo progetto del Grand tour delle Marche, un originale esempio di sviluppo per i territori italiani, un case history che si è imposto all’attenzione nazionale come una delle più felici esperienze di narrazione del territorio nel periodo dell’EXPO e, al tempo stesso, un grande patrimonio per il futuro, secondo quanto dichiarato da autorevoli esponenti di ANCI e di EXPO stessa. Nella giornata milanese, il Grand tour delle Marche è stato raccontato attraverso l’esclusiva opera dei Maestri del “saper fare” marchigiano. Così, come in un virtuale defilè, hanno sfilato in passerella: l’industriale del cappello che ha seminato un appezzamento di Jervicella, quel grano antico con lo stelo del quale si faceva la treccia per il cappello di paglia; l’artigiano che forgia il rame e ne fa utensili d’autore per le cucine dei vip; il cioccolatiere che crea prelibatezze d’autore; l’artigiano metalmeccanico che diventa meccanico di precisione, e così via. Eppoi, c’è chi promuove il vino bianco fermo più premiato dalle guide, chi valorizza il nostro pescato con ricette che richiamano l’identità regionale, chi fa salumi d’autore, ma anche esponenti del moderno “saper fare”, che dotano le nostre risorse di un linguaggio internazionale o divulgano la cultura del “viver bene” e del confort nell’ospitalità. L’evento, collocato al centro di due settimane di protagonismo dei comuni marchigiani a Cascina Triulza, ha visto la partecipazione di Romano Carancini, Sindaco di Macerata e vicepresidente di ANCI Marche, Matteo Mauri, delle relazioni istituzionali di EXPO 2015, Massimiliano Polacco, di Unioncamere Marche. Presenti molti sindaci delle località sede di tappa, pubblici amministratori ed una folta platea di giornalisti delle testate nazionali, l’evento ha visto la partecipazione anche di Katerina Sankina, responsabile del turismo russo in Italia, Fernando Moreno, direttore dell’ufficio commerciale dell’Ecuador a Milano e di Claudia Peroni, nota giornalista televisiva ed ambassador di EXPO 2015. Nel corso della serata, l’Università di Camerino ha presentato il “Paniere della lunga vita”. L’iniziativa, che presenta importanti risvolti promozionali, economici e di ricerca, è stata illustrata alla stampa da Flavio Corradini e Andrea Spaterna, rispettivamente rettore e prorettore dell’Ateneo camerte, e da Antonio Centocanti, presidente della Belisario, in rappresentanza delle nove aziende coinvolte nel progetto. L’appuntamento si è concluso con un aperitivo-degustazione delle ricette di lunga vita, curato dallo chef Luca Facchini.

CS

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy