OPPOSIZIONE A LAVORO A CERRETO D’ESI, IL PUNTO DI MARCO ZAMPARINI

Pochi giorni fa ho scritto un articolo in cui spiegavo i vari punti (mozioni e interpellanze) da noi proposti nel consiglio comunale del 13 ottobre. Parliamo ora delle interpellanze legate alla sala del commiato , alle delibere di giunta n°25 e n°7 e alla vertenza della Best. Per la sala del commiato il Sindaco conviene con noi, che il posto in cui è stata fatta la sala del commiato non è dei migliori, però visto che il proprietario è in regola con i permessi, il comune ha trovato un accordo con la ditta Pittori e l’ingresso principale sarà spostato all’interno del parcheggio. Per l’interpellanza sulle delibere riguardanti la riorganizzazione dei settori interni al comune, il sindaco ci ha risposto che presteranno più attenzione, comunque secondo noi rimane il fatto che questa delibera è stata modificata mentre era esposta all’albo pretorio e questo rimane un fatto grave e non ammissibile. Per l’interpellanza sulla vertenza Best, proposta insieme al gruppo cambiamenti, il sindaco ci ha risposto che lui ha mandato il vice sindaco a sostenere i lavoratori nei presidi avanti la fabbrica e che lui personalmente si è incontrato con la dirigenza Best. Il Sindaco inoltre dice che si sta impegnando come istituzione e che per ora ci sono 2 anni di cassa integrazione e che da 55 esuberi si è passati a 47. A noi non risulta tutto questo impegno della maggioranza comunale , ma secondo noi resta il fatto concreto che il sindaco non è capace di scindere il suo ruolo d’ imprenditore da quello di primo cittadino, dimenticando il ruolo chiave delle istituzioni. Ci preme citare la non discussione sulla variazione di bilancio per un finanziamento di 59.000€ della società Colli Esini S. Vicino (Gal) da destinare alla biblioteca. Il sindaco sarebbe passato immediatamente alla votazione senza spiegare minimamente su cosa doveva esprimersi il consiglio comunale. A questo punto sono intervenuto spiegando che cosa è il Gal( gruppi di azione locale) ,la mia opinione a riguardo e perché il mio voto era di contrarietà. La cosa sconcertante è che tutto il consiglio comunale era acerbo ed impreparato in materia e non si era minimamente informato in riguardo la variazione di bilancio, cosa gravissima a mio avviso, considerato che saranno spesi dei soldi pubblici. Oltretutto la stessa delibera era esposta nel sito ufficiale dal 18 agosto 2015. Poi sullo stesso argomento ho chiesto all’assessore alla cultura perché lo scorso anno, sullo stesso progetto si era astenuta nella giunta Ciappelloni, mentre oggi vota favorevole. La risposta è stata un cenno della mano rivolto al sindaco, e lui ha risposto per lei, anche se lui in giunta non c’era. Neanche meritavo una risposta vocale da parte dell’assessore? In riguardo la mozione sulla convenzione tra le associazioni sportive Fabriano- Cerreto e S.S. Cerreto calcio 1922, la maggioranza ha bocciato questa proposta, dobbiamo come cittadini ancora sostenere più di 30.000€ annue circa di utenze allo stadio comunale. E’ evidente che come dichiarato in consiglio comunale, ci sia tra il sindaco e la società Fabriano- Cerreto un evidente conflitto d’interessi e che quindi la situazione rimane invariata. Complimenti continuate così, tanto pagano i cerretesi tutti! La mozione sulla concessione all’asilo nido ad una cooperativa sociale del territorio è stata anch’essa bocciata. Noi volevamo questo cambio di concessione in modo che la cooperativa gestisse in toto l’asilo nido, potendo decidere anche le tariffe e altre forme di servizi al bambino. L’assessore ai servizi sociali ha rimarcato che comunque c’è già una cooperativa che gestisce e che per ora ci sono 21 bambini e che la loro volontà è di lasciare tutto in questo modo. Per noi visto che la copertura dei costi , per sostenere il nostro asilo nido è di solo il 56,44 %, analizzando questi dati crediamo che sia indispensabile un cambiamento significativo di marcia. Abbiamo anche proposto con una mozione di dare in gestione il bocciodromo, il pala tennis, il campo di calcio e i campi da calcetto “Fontenera”. Abbiamo pensato ad un cambio generazionale e ad un progetto per affidare le strutture ad una cooperativa di giovani disoccupati, e che l’amministrazione si sarebbe dovuta impegnare sostenendo il progetto. La risposta è stata che è un’idea di vecchia politica e che, non è rilevante il dato della disoccupazione giovanile di oltre il 40%. Il problema che chi rispondeva così è anche l’assessore alle politiche giovanili, oltre che allo sport. Andiamo proprio bene! Comunque, la loro idea a breve è un bando per queste strutture e il Palazzetto, rivolto a tutti. La nostra preoccupazione è che in questo modo non si favorirà l’occupazione né giovanile ne di esodati, né di cassa integrati.. ma quella di qualche imprenditore di passaggio. Siamo proprio curiosi di leggere il bando e ci auguriamo che anche qui, non sia tutto a carico dei cittadini come per lo stadio! L’ultima mozione, quella sull’aumento dell’IMU per le terre edificabili, che avrebbe portato un introito di circa 15.000€ da destinare ad un fondo di solidarietà per le famiglie più bisognose; è stato anch’esso bocciato dalla maggioranza e 3 voti di astensione dell’altra minoranza. Hanno dichiarato che i terreni già hanno un valore più alto a livello di mercato e che il ricavato è irrisorio, se per loro questa cifra non è nulla vi ricordo che è quasi lo stipendio medio annuale di un operaio! Secondo noi è evidente che come per lo stadio anche in questo caso c’è un enorme conflitto d’interessi da parte del sindaco. In conclusione abbiamo constatato che questa maggioranza è priva di progetti e contenuti politici, è palese che sia la loro una vecchia politica, lo dimostra il fatto che non hanno voluto rompere con il passato votando contrari all’istituzione della commissione d’indagine sul debito finanziario e sulle gestioni dei beni comunali e che si ostinano come in passato a fare delle regalie privilegiando solo alcuni.

Marco Zamparini – Consigliere comunale Pcl Cerreto d’Esi

 

DOMANI MATTINA IL PUNTO DELLA LISTA CIVICA CAMBIAMENTI

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy