SHOPPING A SCROCCO CON INSULTI A COMMESSE E POLIZIA A FABRIANO

Shopping a scrocco con insulti a commesse e alla Polizia che era intervenuta per placare gli animi. E’ accaduto martedì mattina in un negozio vicino al centro commerciale ‘Il Gentile’ di Fabriano. Due donne di nazionalità rumena – O.R. di anni 70 e sua figlia M.R. di anni 42, entrambi residenti in città – stavano molestando verbalmente alcuni clienti tra le corsie fin quando il titolare non ha intimato loro di uscire. Le due, però, hanno cominciato ad agitarsi e a dare in escandescenza contro proprietario e commessa al punto che sono stati costretti a chiamare il Commissariato. La pattuglia ha sorpreso le due donne che stavano uscendo da una porta laterale sprovvista di sistema antitaccheggio dopo aver pagato metà della merce che avevano nel carrello della spesa. Sono state bloccate lungo la strada, a pochi metri dall’attività commerciale. Madre e figlia hanno attaccato la pattuglia con offese, poi, si sono rifiutate di fornire documento di riconoscimento e le proprie generalità. Sono state interrogate in Commissariato dal Vice Questore Mario Russo. Sono già note per reati predatori e per reazioni del genere contro le forze dell’ordine. Sono state denunciate per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Non è la prima volta che le due si relazionano con toni offensivi nei confronti delle istituzioni e si rifiutano di fornire le proprie generalità agli agenti. Nei giorni scorsi, durante un servizio investigativo che ha impegnato poliziotti in divisa e in borghese nelle vie della città e in posti di blocco nelle vie di accesso, un giovane di 21 anni è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio e due minorenni sono stati segnalati in qualità di assuntori. Sono stati fermati mentre tornavano a Fabriano dopo essere andati in auto a Perugia a rifornirsi di sostanze stupefacenti.

M.A.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy