News

LabStoria, Radio Libere FM a Fabriano: Mercoledì 13 marzo alle 15 la storia delle radio in Biblioteca

FABRIANO- Il LabStoria comunica che mercoledì 13 marzo 2024, alle ore 15, si svolgerà in Biblioteca il decimo incontro del progetto «Un’ora di storia locale con LabStoria». Interverrà Daniele Gattucci, che parlerà sul tema: «Fabriano e l’epopea delle Radio libere. Le emittenti radiofoniche della città ieri e oggi».
Daniele Gattucci consegue il diploma di Perito cartario presso l’ITIS Merloni, che gli
ha consentito di essere assunto nelle Cartiere Pietro Miliani. Dopo aver frequentato il
primo corso di giornalismo all’Università di Camerino, diretto dall’ex direttore del
TG2 Gino Pallotta, nel 1988 si iscrive all’Albo dei giornalisti delle Marche.
Appassionato di fotografia e di musica, si dedica in particolare allo studio della batteria, creando un gruppo che unisce musica leggera e pop-rock d’avanguardia.
A cavallo tra gli anni ’60-’70, insieme ad alcuni amici di Fabriano e di Cerreto fonda
«Radio Free», la prima radio libera dell’entroterra montano con sede a Collamato.
Visto il successo dell’iniziativa, subito dopo dà vita all’emittente fabrianese «Radio
Uno Effe», da cui nascono «Radio Blu», «Radio Stereo Marche», un trampolino di lancio e una palestra per molti giovani, ivi compreso lo stesso Gattucci, che ha la possibilità di lavorare a fianco di personaggi noti, come Fabrizio Pescatori, Gianni Spalletti, il commissario Baldassarre Montalbano, il poeta Pietro Girolametti, Fabrizio Bertin,autore dei primi telegiornali radiofonici. In tale contesto radiofonico, se «Radio Blu» rappresenta la continuità con il passato, «Radio Gold» si pone da oltre un decennio come un nuovo importante tassello di tale panorama.
Da qui alla carta stampata, il passaggio è breve: collabora tra il 1984-’85 con il
quindicinale «Il Progresso» e con il settimanale «L’Azione», diretti da Aurelio Zenobi e da don Pietro Ragni. Quindi la svolta nel 1986, quando lascia la corrispondenza con
il «Corriere Adriatico» e con «Il Messaggero» per assumere il coordinamento della pagina di Fabriano della «Gazzetta di Ancona», fino al momento della sua chiusura nel 1992. Nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica, è socio fondatore del Circolo della Stampa Marche Press; dal 2007 dirige varie realtà televisive locali tra l’Umbria e le Marche, mentre è nel 2009 che dà vita al «Premio Castello d’Argignano- Riconoscimento al Merito», che ogni anno premia due fabrianesi distintisi per
particolari meriti.
Infine nel 2000 l’AVIS lo ha premiato con la medaglia di bronzo per aver superato le
25 donazioni… che sono giunte in questo momento a ben 83!
CS