IMPIEGATO DI BANCA SVENTA UNA TRUFFA AI DANNI DI UN’ANZIANA

Una truffa ben architettata ai danni di un’anziana è stata sventata da un impiegato di banca in Ancona. Un finto avvocato, che simula al telefono una proposta di conciliazione dopo un sinistro stradale, e si offre di ritirare a domicilio la somma pattuita in compagnia di un carabiniere. Così convincente, quell’impostore che un’ottantenne del Piano era corsa in banca a ritirare i soldi pur di pagare i danni delle auto ammaccate ed evitare al figlio conseguenze peggiori, addirittura una denuncia. “Signora – era stato il tenore della telefonata, ricevuta venerdì mattina – suo figlio ha provocato un incidente. Sta bene, ma ha danneggiato diverse vetture e servono 4000 euro per evitare una denuncia”. La truffa è stata sventata solo perché un impiegato di banca scrupoloso, quando l’anziana s’è presentata allo sportello per ritirare la somma, ha voluto vederci chiaro, avvisando i carabinieri. Quando l’ottantenne ha iniziato a raccontare, tutta agitata per quel presunto incidente capitato al figlio, l’impiegato ha subito compreso che si stava compiendo una truffa e ha allertato il 112. Una pattuglia è subito accorsa nella filiale, dove i carabinieri hanno ascoltato la versione della donna e poi l’hanno scortata fino a casa. In fuga i truffatori.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy