Fabriano – Manutenzione e strade, da via Benedetto Croce 55 firme

Più attenzione alle strade di Fabriano: l’opposizione chiede manutenzione costante e urgente. Mentre dalla città della carta molti abitanti chiedono di tenere più pulito il fiume Giano, 55 residenti hanno firmato una petizione per chiedere un intervento urgente all’incrocio tra via Benedetto Croce con via Moro e via Petrarca teatro di diversi incidenti. La situazione è monitorata dal consigliere Danilo Silvi, Fratelli d’Italia. “Qui la visibilità è ridotta, la segnaletica è carente. E’ necessario un lavoro da parte del Comune per potenziare la sicurezza e tutelare i residenti” dichiara. In 55 hanno firmato e chiedono, tramite la mozione di Silvi, l’installazione dei dossi artificiali, gli attraversamenti pedonali rialzati e luminosi e più controlli. Il maltempo non aiuta. La vegetazione è aumentata dappertutto e a bordo strada, soprattutto nelle frazioni, si attende una pulizia. Gli automobilisti segnalano criticità ai semafori. “Venendo dall’ospedale all’incrocio per immettersi su via Dante le piante rendono difficile scorgere il semaforo da lontano. Solo avvicinandosi alla linea dello stop si vede e si conosce se è necessario fermarsi. Stessa situazione all’incrocio nei pressi del Commissariato” denuncia Pino Pariano, gruppo Sorci Fabriano c’è 30001. 

Fiume Giano

A Fabriano nonostante non si siano registrati particolari disagi, l’attenzione è tutta per il fiume Giano. Non ha superato gli argini, ma a far indignare molti residenti c’ha pensato la ricca vegetazione che si trova all’interno del letto del fiume soprattutto nel tratto cittadino che dal Piano supera via Fontanelle, piazza Garibaldi e via Le Conce. Sollecitata la pulizia del fiume visto anche quello che è successo altrove, senza dimenticare la tremenda ondata di maltempo dello scorso settembre che ha messo in ginocchio parte delle Marche con ripercussioni che ancora viviamo non senza disagi, come la strada che da Cabernardi di Sassoferrato conduce a San Lorenzo in Campo ancora out. 

Verde

“Purtroppo – denuncia Pariano – stiamo assistendo a un vero e proprio scenario indecoroso per quel che riguarda molti spazi di verde pubblico cittadino. Visto che l’Amministrazione comunale, al fine di favorire il miglioramento della gestione delle aree comunali destinate a verde pubblico, ha facoltà di affidare a tempo determinato la gestione delle stesse, a singoli o ad imprese, mediante un contratto di sponsorizzazione, perché non sfruttare questa possibilità? Ecco che chiedo alla nostra Amministrazione di attivarsi affinché, come succede in tutte le città d’Italia, si adoperi per stipulare dei contratti di sponsorizzazione con soggetti, che si impegnano a mantenere curati gli spazi verdi assegnati in cambio di pubblicizzare la propria ragione sociale in appositi e definiti spazi pubblicitari” dice Pariano.