SAGRAMOLA: “UN FRENO AGLI ACCATTONI ALL’OSPEDALE E NEI SUPERMERCATI”

Porre un freno al fenomeno dell’accattonaggio molesto: questa la vera novità contenuta nel nuovo regolamento della polizia secondo il sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola. “Ho atteso qualche settimana prima di replicare a tutte le esternazioni circolate a seguito dell’approvazione – dichiara il primo cittadino al Corriere – del regolamento. Il divieto di sull’ingresso dei bambini in bicicletta al di sopra dei 6 anni nei giardini pubblici era doveroso per l’incolumità di tutti. Senza considerare che abbiamo innalzato il limite da 5 a 6 anni”. In merito poi all’ingresso dei cani in alcuni giardini Sagramola replica duramente. Il sindaco chiarisce che, a differenza della precedete stesura del regolamento, “abbiamo previsto l’ingresso dei cani in ben 3 aree verdi della città: giardino Unità d’Italia, quello di via Aldo Moro e vicino l’ospedale Profili. Ma di questo nessuno parla, probabilmente non l’hanno neppure letto“. Per entrambe le problematiche, “come mi hanno evidenziato dal comando della Polizia municipale, in base al precedente regolamento, sono state elevate 18 multe per proprietari dei cani e una per un bambino. Si comprende bene, quindi, come non ci sia alcun spirito sanzionatorio”. Poi, il Sindaco, chiarisce la novità più importante del regolamento: la parte che prevede un limite all’accattonaggio molesto soprattutto nel parcheggio dell’ospedale cittadino. “Ho provveduto personalmente ad interessare della questione le forze dell’ordine presenti in città. Sono state elevate molte contravvenzioni da 50 a 500 euro, ma ci sono persone che stanno facendo la collezione. La polizia ha identificato molti di loro, ma ci sono problematiche importanti nel mandarli via e nel riscuotere le multe, sempre come deterrente. Speriamo che, a seguito di questa approvazione, si possa procedere ad ulteriori controlli, sempre più serrati, per porre un freno a questo fenomeno. La nostra attenzione è massima, ma come detto esistono delle difficoltà oggettive”. Il primo cittadino conferma che i controlli in tal senso, saranno effettuati anche nei parcheggi dei supermercati. “Mi auguro – conclude – che si possa porre fine alle polemiche che si sono instaurate su questo regolamento”. L’intervista è stata rilasciata ai corrispondenti del Corriere Adriatico.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy