Cinghiale contro auto, incidente poco prima del passaggio a livello di Marischio

Fabriano – Cinghiale contro auto in corsa lungo la provinciale che collega Fabriano a Sassoferrato. Ad avere la peggio è stato l’ungulato, morto. L’auto è stata seriamente danneggiata: nella fiancata sinistra, sulla carrozzeria, sono visibili nettamente i segni dell’urto con il grosso animale che ha attraversato la strada proprio mentre l’auto stava percorrendo quel tratto. Il fatto è avvenuto ieri sera a poca distanza dal passaggio a livello di Marischio. Sul posto le forze dell’ordine. Spaventata la conducente del mezzo che si è trovata improvvisamente il grosso animale sulla fiancata sinistra. Il cinghiale attraversava la strada velocemente, come sempre fanno questi animali, proprio mentre l’utilitaria stava percorrendo il rettilineo, buio, che dal quartiere Borgo di Fabriano conduce a Sassoferrato. Lungo la provinciale si sono formate code e rallentamenti per via dell’auto ferma a bordo strada e dell’animale morto in mezzo alle carreggiate. La conducente ha riportato tanta paura e fortunatamente nessuna grave conseguenza. 

Dal nostro archivio, novembre 2022

A novembre i cinghiali sono stati spesso immortalati dagli utenti in prossimità di uno dei due cimiteri di Fabriano. Siamo a due passi dalla stazione ferroviaria. Quattro cuccioli, più la loro mamma, sono stati avvistati all’esterno del cimitero delle Cortine di Fabriano, a pochi passi dall’ingresso del reparto 6. La scena ha destato non poca paura: diversi i fabrianesi che hanno preferito non scendere dalla macchina, recitare una preghiera comodamente seduti sul sedile dell’auto e poi andare via ed evitare un contatto ravvicinato con i selvatici. Anche solo entrare nella struttura, nelle prime ore del pomeriggio, poco prima del buio, e trovarsi gli ungulati all’esterno che ti aspettano fa paura! Aggressioni da parte di questi animali non sono state registrate, ma sicuramente non trasmettono tranquillità a coloro che vogliono andare a trovare i propri cari defunti. In queste settimane, l’ultimo due giorni fa, sono stati immortalati più volte, poco prima delle ore 16, sul prato, vicino l’ingresso del cimitero. Percorrono, poi, tutto il tratto di vegetazione che dalle Cortine conduce al fiume Giano, dietro al cimitero, nella zona dove spesso questi grossi animali selvatici si rifugiano. C’è da dire che i cinghiali sono un problema a Fabriano da molti anni. Spesso, infatti, vengono segnalati anche nell’altro cimitero, quello principale, di Santa Maria, nel quartiere omonimo. Periodicamente sono stati sorpresi, mentre cercavano cibo, anche tra le abitazioni di via Dante. Proprio dalla popolosa via che dall’uscita SS 76 Fabriano Est conduce in centro, alcuni abitanti hanno sollecitato una presa di posizione dell’Amministrazione comunale per cercare una soluzione per arginare questo fenomeno sempre più pericoloso visti i continui attraversamenti improvvisi, soprattutto notturni, dei selvatici. Da considerare, infatti, che può diventare pericoloso anche per gli automobilisti. A Fabriano diverse segnalazioni sono arrivate, da anni, da via Del Molino, non lontano dall’ospedale Profili, dal quartiere Campo Sportivo e da via Bovio, nel quartiere Piano. In via Aldo Moro, invece, sono stati sorpresi a passeggiare, con disinvoltura, al parco Merloni e in prossimità delle abitazioni della zona. Anche se non hanno mai dato problemi all’uomo i residenti hanno paura. Dalle finestre dei condomini che si affacciano sul parco a ridosso della chiesa della Sacra Famiglia c’è chi, prima di uscire per andare a prendere l’auto, negli ultimi tempi, ha dato un’occhiata alla situazione sotto casa per evitare di far le scale e trovarsi un cinghiale davanti mentre si va a prendere l’auto al parcheggio. Se inizialmente gli avvistamenti avvenivano in orario notturno, ultimamente i cinghiali sono stati beccati al parco Merloni anche in pieno giorno. 

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy