Palazzina Emergenze al Profili, “progetto esecutivo in fase di verifica”

Fabriano – Ancora i riflettori accesi sulla nuova palazzina all’ospedale Profili di Fabriano dopo il nostro approfondimento della scorsa settimana. Prosegue il dibattito. “Mangialardi vada oltre il presunto mio imbarazzo e, come chiede a me, risponda nel merito della questione. Semplici quesiti che, basandosi su elementari regole dell’aritmetica, dovrebbero essere di facile comprensione. Vale a dire: vero è che ci siamo insediati trovando un solo cantiere aperto (Inrca) in campo sanitario e ora ve ne sono attivi ben 20? Corrispondendo questo dato al vero e, dando per assodato che i numeri non sono né di destra né di sinistra, come spiega il capogruppo del Pd questa abnorme distanza?” Così il capogruppo di Fratelli d’Italia in regione, Carlo Ciccioli. “La verità – prosegue Ciccioli – è che la Sinistra, mi auguro a livello inconscio, prosegue nel suo essere masochista, confermando quanto dico da tempo: la pochezza dell’eredità lasciatoci, ci ha fatto partire da sottozero. Ma i risultati, oggettivamente, sono sotto gli occhi di tutti in termini di numeri oggettivi di cantieri aperti non solo in campo sanitario, ma anche infrastrutturale in genere. Tornando alla palazzina di Fabriano, ribadisco come il progetto esecutivo sia in fase di verifica e nonostante ben tre adeguamenti ai prezziari dei costi delle materie prime e richieste di integrazioni che si sono rese necessarie a seguito dell’appalto dell’aprile 2019, si sta recuperando il tempo perso. La Giunta Ceriscioli dall’appalto a quando gli è stato notificato dai marchigiani, con il loro voto, l’avviso di sfratto, che ha fatto? Eppure oltre 15 mesi di totale immobilismo. Da parte nostra – conclude Ciccioli – non solo abbiamo ripreso in mano questo ennesimo dossier, ma abbiamo anche incrementato il budget dell’opera fino a 20 milioni di euro, adeguandolo ai costi sopraggiunti e rendendo il tutto ancora più funzionale e rispondente alle esigenze. Mi auguro, finalmente, che dal Pd, soprattutto dal suo capogruppo, si provi a fare politica e non solo e sempre polemica, dandoci oltretutto ragione”.

m.a.