Fabriano – La Diocesi investe sul mondo del lavoro con il bando “Crea la tua impresa”

Fabriano – La diocesi di Fabriano-Matelica investe nel mondo del lavoro e partecipa al bando “Crea la tua impresa”, promosso dalla Caritas, in collaborazione con Progetto Policoro, Pastorale del Lavoro, Comune di Fabriano, Unione montana Esino-Frasassi, Fondazione Carifac e Virgilio 2090. Il progetto è finalizzato a sostenere l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, giovanili, operanti nel territorio della Diocesi, attraverso l’offerta di un percorso formativo e un sostegno economico all’avvio fino a 25mila euro, a fondo perduto. A Fabriano l’arcivescovo Massara continua a sostenere tutte quelle attività che possono portare a una lieve ripresa del lavoro, unica strada per permettere a molte persone di uscire da una crisi economica e sociale. Destinatari i giovani di età compresa tra 18 e 35 anni. “Il bando intende coinvolgere sia candidati con un progetto imprenditoriale già pronto, sia quelli con un’idea in fase iniziale che ha necessità di essere sviluppata. Nel primo caso – dice monsignor Massara (nella foto con don Marco Strona) – il progetto verrà analizzato e sarà studiata la validità e la fattibilità dell’idea da alcuni esperti. Il candidato verrà affiancato e potrà confrontarsi con alcuni imprenditori per analizzare tutti gli aspetti organizzativi ed economici”. Nel secondo caso il candidato verrà accompagnato nella stesura del progetto e aiutato nella costruzione dell’idea imprenditoriale.

Sono diversi i criteri di priorità che verranno seguiti: se il progetto è stato presentato da un singolo inoccupato/disoccupato; se presentato da un singolo candidato donna o da un gruppo costituito in maggioranza da donne; che promuovano l’uso della tecnologia e delle risorse rinnovabili; che favoriscano il riciclo e riuso dei beni; che prevedano la tutela e/o la valorizzazione dell’ambiente, e del patrimonio culturale del territorio; che introducano innovazioni di prodotto/servizio, di processo o delle modalità di promozione e commercializzazione. “Le nuove imprese dovranno nascere e svilupparsi nel territorio della Diocesi. Il contributo economico è a fondo perduto, fino a un massimo di 25mila euro, gli esperti potranno poi verificate ulteriori finanziamenti pubblici” conclude monsignor Massara. Gli aspiranti imprenditori verranno accompagnati per tutta la durata di studio, ideazione e avvio. Si potrà presentare domanda fino al 30 giugno. La Fondazione Carifac, ricordiamo, ha messo a disposizione dei candidati una sede dove gli aspiranti imprenditori potranno richiedere informazioni sul progetto e incontrarsi tra loro, confrontarsi e far esaminare i progetti: è in via Gioberti 15. Per info: creaimpresacaritas@gmail.com.

La crisi, intanto, non si ferma. Aumentano le persone in difficoltà, anche italiani, con una percentuale di fabrianesi in aumento. La Caritas Diocesana, diretta da Don Marco Strona, dal primo gennaio 2022 al 30 novembre 2022, ha visto, nel solo Centro di Ascolto, ben 5.821 persone. Più di 2mila utenti, inoltre, sono seguiti dall’Emporio della Caritas, un supermercato per sostenere le persone in difficoltà. Ricordiamo che la Caritas di Fabriano ha anche a disposizione quattro posti per il Servizio civile, in scadenza il 10 febbraio.

Marco Antonini