Fabriano – Consiglio comunale, approvate le linee programmatiche

Fabriano – Sono state approvate, ieri mattina, in consiglio comunale le linee programmatiche che caratterizzeranno il andato amministrativo del sindaco di Fabriano, Daniela Ghergo, e della sua Coalizione Democratica. L’opposizione ha fatto presente la mancanza di diversi consiglieri di maggioranza tanto che il consigliere di minoranza, Pino Pariano, gruppo “Sorci Fabriano c’è 30001” ha precisato: «Per senso di responsabilità non abbiamo fatto mancare il numero legale e abbiamo iniziato il Consiglio». All’inizio della seduta l’assessore Vergnetta ha annunciato che venerdì sono stati affidati e consegnati i lavori di asfaltatura di alcune strade comunali con interventi di manutenzione in via Bachelet e lungo le strade per Cacciano e Serrina che erano stati oggetto di progettazione da parte della precedente giunta. Renzo Stroppa, “Sorci Fabriano c’è 30001” ha chiesto il rispetto dei tempi previsti nella convocazione del Consiglio e ha sottolineato come errore la mancata nomina delle Commissioni. «Non è un buon inizio» ha sintetizzato Stroppa. Su questo il presidente del Consiglio, Giovanni Balducci, ha annunciato che da tre passeranno a quattro, con una presieduta dall’opposizione e che la macchina comunale può aver bisogno di tempo a inizio mandato. Tra le interpellanze c’è da sottolineare quella della consigliera Valentina Minelli sulle due risse scoppiate al parco comunale, a fine giugno, che tanto scalpore ha provocato con le immagini dei lanci di sedie e tavolini del bar che hanno fatto il giro del web. L’assessore Giombi, rispondendo, ha precisato di voler «coinvolgere maggiormente le scuole; di voler collaborare con la diocesi per potenziare gli oratori e rilanciare il Centro di Aggregazione Giovanile che deve diventare maggiormente fruibile da tutti». Nel corso del consiglio è stata respinta la proposta del consigliere Pariano sulla revoca dei nuovi parcheggi a pagamento in centro storico, disposti dall’ex sindaco, mesi fa. Votazione: favorevoli 4, contrari 13, astenuti 2.

L’attenzione era tutta per le linee programmatiche del mandato politico del sindaco, approvate con 13 voti favorevoli e otto astenuti. «Vogliamo correre per recuperare il tempo perso, valorizzare il Comune e puntare sulle parole chiave che caratterizzeranno il mandato» ha detto il primo cittadino. I punti di forza sono sintetizzati in: attrattività; centralità di Fabriano come fulcro dell’intero comprensorio non soltanto come connessione digitale, ma anche tra persone; velocità, bellezza, produttività, comunità solidale, innovazione. Il programma punta su trentacinque azioni strategiche a partire da Fabriano come non solo culla della industria, ma dell’imprenditorialità; valorizzazione del commercio e dell’artigianato; la carta come asset strategico; il valore della citta Unesco. Capitolo a parte la solidarietà con lo slogan “nessuno deve rimanere indietro”.

Il punto del Partito Democratico, di Paolo Paladini

In un clima di fattiva collaborazione, il consiglio comunale svoltosi ieri ha trattato argomenti molto importanti per la nostra Città. I lavori sono stati aperti dal Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Balducci; è poi intervenuto il capogruppo Pd Paolo Paladini che, in un clima di profondo cordoglio e raccoglimento da parte di tutto il Consiglio e dei cittadini presenti, ha commemorato la figura del concittadino Mario Solinas, infaticabile ed autentica “sentinella”, per decenni, del patrimonio culturale cittadino, prematuramente scomparso nelle scorse settimane ed invitando la nuova amministrazione a trovare il modo più opportuno di onorarne la memoria.

I punti fondamentali all’odg sono stati i seguenti:
-l’approvazione delle linee programmatiche dell’amministrazione comunale per gli anni 2022-2027, illustrati dalla Sindaco Avv. Daniela Ghergo.
-La presentazione del piano triennale dei LL.PP., curata dall’assessore Lorenzo Vergnetta
-La presentazione e l’approvazione dell’assestamento di bilancio a cura dell’assessore Pietro Marcolini.

Il Partito Democratico registra che, su questi fondamentali punti “programmatici” necessari alla continuità dell’attività amministrativa, si è’ registrata – oltre all’approvazione da parte dei consiglieri di maggioranza – una significativa convergenza di almeno parte dei consiglieri di opposizione, sintomo evidente di un clima di fattiva collaborazione che il pd si augura possa continuare anche nel futuro, per il bene della Città. Clima dimostrato anche dal fatto che, ad inizio seduta, la minoranza ha garantito il numero legale per la costituzione del consesso, venuto meno a causa dell’assenza di tre consiglieri di maggioranza per malattia e per il matrimonio della consigliera Nair Crocetti, svoltosi in concomitanza del consiglio stesso (a proposito…ancora cari auguri da tutti noi…). Significative, da questo punto di vista, sono state le convergenze, tra maggioranza e minoranza, sull’odg in merito alla delicata situazione della Whirlpool (documento approvato all’unanimità’) e sull’odg relativo alla situazione dell’Hospice e, più in generale, delle problematiche della sanità dell’entroterra montano. Prossimo consiglio comunale è previsto nella terza decade di agosto.

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy