Il sindaco Ghergo: “Sono giorni di lavoro in Comune”

Giorni di lavoro per il neo sindaco di Fabriano, Daniela Ghergo. E’ tempo di riunioni e incontri per pianificare il lavoro di questi primi mesi. Nel frattempo, mercoledì sera, ha fatto un saluto in Piazza del Comune per l’avvio del Palio di San Giovanni Battista. Entro dieci giorni dovrà essere convocato il consiglio comunale, che si dovrà tenere, a Palazzo del Podestà, entro i dieci giorni successivi. “Siamo al lavoro – dice il sindaco – già dal giorno del passaggio di consegne perché la città viene prima di tutto. Ho salutato mercoledì sera l’Ente Palio, in questi giorni parteciperò ad alcuni convegni e appuntamenti vari. Sto cercando di conoscere subito la macchina comunale. Per quanto riguarda la convocazione del primo consiglio stiamo lavorando”. Bocche cucite, al momento, sui componenti della Giunta. C’è molto interesse per vedere la squadra di governo che il sindaco sceglierà. “Non mi farò guidare esclusivamente sulle preferenze riportate alle urne” ribadisce il sindaco. Non si esclude, al momento, la presenza di esterni. Troppo prematuro parlare con il primo cittadino di nomi e cognomi anche perché in molti pensavano di andare al ballottaggio e quello della Giunta era un tema che si sarebbe dovuto affrontare questi giorni. Le cose, però, come sappiamo sono andate diversamente. Intanto in città è partito il toto nomi. Potrebbero entrare in giunta, o magari diventare presidente del Consiglio, o Giovanni Balducci, il più votato della Coalizione Democratica, membro del PD, che già conosce bene la macchina comunale avendo fatto parte della giunta Sagramola prima degli ultimi 5 anni di opposizione, oppure lo stesso ex sindaco Giancarlo Sagramola, il più votato della lista Rinasci Fabriano. Anche Paolo Paladini, (132 voti, lista PD), dal 1998 al 2007, già assessore alla Cultura e l’avvocato Riccardo Ragni con Progetto Fabriano, per alcuni potrebbero diventare assessori.

Il Consiglio, al netto di eventuali consiglieri nominati assessori, dovrebbe essere così formato: il Partito Democratico ne avrà 6: Giovanni Balducci, Andrea Giombi, Graziella Monacelli, Maria Nair Crocetti, Paolo Paladini e Barbara Pallucca. Poi c’è Progetto Fabriano con Dilia Spuri, Massimo Spreca, Maura Nataloni e Riccardo Ragni. Tre posti per Fabriano Civica: Giacomo Guida, Fausto Trombetti e Marco Spuri. Due consiglieri comunali per Rinasci Fabriano: Giancarlo Sagramola e Andrea Anibaldi. L’opposizione, oltre a Roberto Sorci, ha tre scranni per Fabriano C’è: Leonardo Zannelli, Renzo Stroppa e Valentina Minelli. Un seggio ciascuno per Amiamo Fabriano: Chiara Biondi; Missione Rinascita: Danilo Silvi; Lista 30.001: Giuseppe Luciano Pariano. C’è poi il candidato sindaco Vinicio Arteconi e per la lista Associazione Fabriano Progressista: Lorenzo Armezzani.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy