SASSOFERRATO INAUGURA LA PANCHINA ROSSA

Sassoferrato – Domani, 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Anche il Comune di Sassoferrato aderisce all’iniziativa “Panchina Rossa” divenuta il simbolo del posto occupato da una donna vittima di femminicidio e al contempo simbolo del percorso di sensibilizzazione dell’eliminazione della violenza contro le donne. Domani, giovedì 25 novembre, alle ore 11,00, sarà inaugurata la “Panchina Rossa” apposta, per l’occasione, nel marciapiedi a fianco del Monumento Avis, di fronte al Liceo Scientifico Statale Vito Volterra proprio per sensibilizzare i cittadini ed in particolare le giovani generazioni sul tema della violenza di genere e farli riflettere sull’importanza delle pari opportunità per la costruzione di una società più giusta e rispettosa. Sulla panchina sarà apposta anche una targa con la significativa scritta “L’amore non uccide”. “E’ una iniziativa che si realizza, spiega il Vicesindaco di Sassoferrato, Dott.ssa Lorena Varani, su sensibilità di un gruppo di donne di Sassoferrato in collaborazione con il Liceo Scientifico e l’Associazione Artemisia che gestisce ormai da anni lo sportello antiviolenza del territorio e con la locale sezione Avis. La scelta della location, abbellita e riqualificata con ornamenti floreali grazie al contributo della ditta HF srl di Anna Frasconi, vicino la nostra scuola superiore, continua la Varani, non è casuale ma volta a sensibilizzare le nuove generazioni su una problematica così importante che richiede interventi a livello culturale e di educazione. All’iniziativa parteciperà la locale sezione Avis, che da sempre pone l’attenzione su argomenti di rilevanza sociale ed in particolarmente su questa drammatica tematica; i ragazzi del Liceo Scientifico “Vito Volterra” sezione staccata di Sassoferrato e l’Associazione Artemisia di Fabriano. Sarà presente all’evento anche una rappresentanza dei bambini della scuola dell’infanzia.” L’inaugurazione si svolge a invito, nel rispetto delle normative in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da coronavirus.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy