Cerreto d’Esi inaugura la panchina rossa in Piazza Marconi

Cerreto d’Esi – Domani, giovedì 25 novembre, il Comune di Cerreto d’Esi celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne inaugurando la panchina rossa in Piazza Marconi (l’evento si terrà alle ore 10, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid). La panchina rossa “rappresenta il posto occupato da una donna vittima di femminicidio, segno tangibile, collocato in uno spazio pubblico, di un’assenza nella società causata dalla violenza”, questa la frase di Karim Cherif, artista che in tutta Italia ha lanciato il progetto “Panchine Rosse” nel 2015, nel territorio di Torino. L’anno successivo, gli Stati Generali delle Donne lanciano un appello ai Comuni, alle associazioni, alle scuole e alle imprese di tutta Italia di installare una panchina rossa in ogni Comune, come monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità. Diversamente dalle mostre temporanee o da singoli eventi, la panchina rossa resterà ogni giorno presente nelle comunità come monito per la difesa dei diritti delle donne e contro il femminicidio.

La giornata è stata istituita nel dicembre 1999, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite invitando i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare, ogni anno in questo giorno, attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema. La data è stata scelta in ricordo delle tre sorelle Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal,attiviste per i diritti delle donne, uccise dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo in Repubblica Dominicana il 25 novembre 1960. La data segna inoltre l’inizio dei “16 giorni di attivismo contro la violenza di genere” che precedono la Giornata mondiale dei diritti umani il 10 dicembre di ogni anno, per sottolineare che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

L’evento di inaugurazione di Cerreto d’Esi sarà l’occasione per richiamare l’attenzione su una vera e propria emergenza sociale che la pandemia ha acuito.Tra agli interventi previsti c’è quello dell’Avvocata Bianca Verrillo- impegnata nella lotta alla violenza contro le donne e dell’Associazione Artemisia che svolge un servizio fondamentale sul territorio come sportello antiviolenza. Sono stati invitati a partecipare anche gli alunni delle classi terza media per sensibilizzare le studentesse e gli studenti sulla necessità di contrastare, con ogni mezzo culturale, il doloroso fenomeno della violenza di genere. L’Amministrazione è infatti fortemente convinta che l’educazione al rispetto, alle pari opportunità così come il dialogo con i giovani rappresentino una forte azione di prevenzione di future violenze e discriminazioni di genere. La panchina sarà corredata da una targa che ricorda e sancisce l’impegno dell’attuale amministrazione al rispetto verso le donne, alla difesa dei loro diritti e alla lotta al femminicidio. L’Amministrazione condanna fermamente ogni forma di violenza fisica, sessuale e psicologica contro le donne, e ribadisce con questa iniziativa il proprio impegno nel promuovere nel proprio territorio, in collaborazione con tutte le associazioni, iniziative e politiche attive al fine di contrastare il fenomeno della violenza di genere. (cs)

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy