Fabriano – La diffida del Prefetto sugli equilibri generali di bilancio

La salvaguardia degli equilibri di bilancio dell’esercizio finanziario 2020 non ancora deliberato allerta la Prefettura che con una missiva firmata dal prefetto, Darco Pellos, ha diffidato il consiglio comunale di Fabriano a provvedere “alla verifica degli equilibri generali di bilancio ed in caso negativo, ad adottare, i provvedimenti necessari a ristabilire l’equilibrio finanziario, nel termine di 20 giorni, altrimenti – si legge nel provvedimento notificato ai consiglieri – saranno attivati i poteri sostitutivi previsti”. All’ordine del giorno un atto strategico come quello che riguarda gli equilibri di bilancio. La nota della Prefettura arriva a seguito della comunicazione del Comune di Fabriano che ha fatto sapere che la proposta in oggetto è stata ritirata dall’ultimo consiglio “affinchè i consiglieri potessero disporre di più tempo per l’esame del parere del Collegio dei revisori reso disponibile solo poco tempo prima della seduta del 30 luglio”. Attacca l’opposizione: “Il monito della Prefettura volto al commissariamento del Comune in caso di mancato raggiungimento dell’equilibrio finanziario è il segno tangibile della cattiva amministrazione da parte dei 5 Stelle. Da mesi stiamo informando le Autorità competenti di cosa sta avvenendo in Comune. Riteniamo che le dimissioni potrebbero essere un gesto d’amore per la città” dicono i consiglieri Giovanni Balducci, capogruppo PD e Andrea Giombi, Fabriano Progressista.

Di pensiero diverso il sindaco, Gabriele Santarelli: “Giovedì ho chiamato personalmente la Prefettura per comunicare che avevamo bisogno di più tempo per sistemare gli atti per l’approvazione della Salvaguardia individuando la data di convocazione, 24 agosto. La Prefettura – spiega il primo cittadino – mi ha anticipato che avrebbe inviato la diffida, un atto dovuto, e che ci dà 20 giorni dal perfezionamento dell’ultima notifica ai consiglieri per approvare il documento. Siamo nei tempi indicati. Nel frattempo – conclude – dal Governo è arrivata la notizia della volontà di rinviare la scadenza addirittura per l’approvazione dei Bilanci di previsione e del rendiconto perchè è diffusa la difficoltà di rispettare le tempistiche “normali””.

Il sindaco sulla questione “processo di autotutela” attivato per la scuola Marco Polo

“Il Dirigente ha verificato la correttezza dell’iter seguito e ha ritenuto di aver individuato delle irregolarità che potrebbero sottoporre l’Ente a dei rischi sotto diversi aspetti. Per questo motivo ha deciso di attivare la procedura. La correttezza degli iter è competenza della parte tecnica e in alcun modo la parte politica può intervenire. Ho avuto un confronto con il Dirigente nella giornata di lunedì durante il quale mi ha sottoposto la questione rappresentandomi tutte le perplessità e i rilievi per il quali è intervenuto. La correttezza degli iter è un elemento fondamentale, non sono e non sarò mai disposto a fare le cose a tutti i costi”. Così il sindaco, Gabriele Santarelli. 

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy