Covid-19, i numeri aggiornati dai Comuni dell’Ambito 10

Alcuni casi di positività, nelle ultime settimane, a Fabriano, Sassoferrato e, da ieri, anche a Cerreto d’Esi. Gli over 60 vaccinati con una percentuale che arriva a toccare, nell’Ambito 10, il 92%. In poche ore, dopo la conferenza stampa del premier Draghi, i 300 posti liberi al PalaFermi per vaccinarsi (prima dose) in questi giorni, sono stati prenotati subito. Sono complessivamente 48mila le dosi somministrate nei centri vaccinali di Fabriano. Nei cinque Comuni dell’Ambito 10 sono 7 i casi di positività accertati negli ultimi giorni, di cui 5 a Fabriano, 1 a Sassoferrato e 1 a Cerreto d’Esi. In quarantena ci sono, però, ben 63 persone: 32 a Fabriano, 3 a Cerreto d’Esi, 3 a Sera San Quirico e 25 a Sassoferrato. Numeri destinati a crescere. Resta Covid free il Comune di Genga. Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, dopo un caso di positività accertato nei giorni scorsi tra i dipendenti comunali, fa il punto della situazione. “E’ stato vaccinato il 92% degli over 60 vaccinati. E’ un dato che mi ha fatto particolarmente piacere ricevere perchè testimonia un buon lavoro da parte di tutti gli attori coinvolti nell’organizzazione della campagna vaccinale e di un ottimo livello di sensibilità e consapevolezza della popolazione”. Sui vaccini anche a Fabriano ci sono quelli scettici che non sanno se e quando vaccinarsi. Dice Santarelli, dopo le ultime decisioni del Governo: “Sono favorevole all’uso del green pass vaccinale per accedere in quei luoghi dove si possono creare assembramenti. Non la considero una lesione della libertà delle persone – dice il sindaco, Gabriele Santarelli – ma una responsabilizzazione verso tutti. Chi decide di non vaccinarsi fa una scelta e deve sapere che comporta, come ogni scelta, delle conseguenze. Se non ci si vuole vaccinare, scelta che non condivido, si può ricorrere al tampone. I numeri parlano chiaro: la stragrande maggioranza dei nuovi contagi coinvolge persone non vaccinate o, in parte minore, persone che hanno avuto solo una dose. Il virus circola a causa della presenza di numerose persone che hanno deciso di non vaccinarsi e questo provoca disagi spesso sottovalutati in ambito lavorativo, dove – conclude il primo cittadino – eventuali focolai richiederebbero la sospensione di alcune attività oltre al costo per le necessarie sanificazioni, e sanitario”. Un caso di positività accertato a Cerreto d’Esi: “Una persona al rientro dalle vacanze è risultata positiva. Sono stati presi tutti i provvedimenti per contenere il contagio ed evitare focolai, quello che mi preme sottolineare è che dobbiamo assolutamente e rapidamente tornare in un’ottica di rischio elevato in modo da mantenere alta l’attenzione” commenta il sindaco, David Grillini. “Si invita la cittadinanza – dichiara il sindaco di Sassoferrato, Maurizio Greci – ad adottare comportamenti corretti e scrupolosamente osservanti delle regole comunque imposte nell’attuale momento storico che stiamo vivendo. Si ricorda, inoltre che a Sassoferrato è operativo il centro vaccinale di prossimità presso i locali ex Polimedica di Via Giuseppe Garibaldi. La programmazione delle prenotazioni avviene per il tramite dei medici di base. Il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) – attivo sin dall’8 marzo scorso, grazie alla collaborazione della Protezione Civile che si ringrazia per l’encomiabile supporto nella attuale situazione di difficoltà – continua ad essere operativo anche per prestare assistenza alle persone ed alle famiglie in quarantena, qualora impossibilitate al reperimento di beni di primaria necessità. Al riguardo, per emergenze primarie di assistenza a domicilio, il numero della protezione civile è il seguente: 339/3301803”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy