GRUPPO ELICA: “PRIMO PASSO PER UN PERCORSO CONDIVISO”

Fabriano – Per Elica, l’incontro di ieri in videoconferenza con il Ministero dello Sviluppo Economico, le Organizzazioni Sindacali e gli Enti Locali, ha segnato un’importante passo in avanti per la costruzione di un dialogo con l’obiettivo di salvaguardare l’azienda e l’occupazione. “In questa fase, per Elica, è fondamentale approfondire il confronto con le parti coinvolte al fine di giungere a una revisione del piano che tenga conto degli obiettivi di competitività dell’azienda. Preso atto – si legge in una nota del Gruppo – che esistono ancora delle distanze con le parti sociali sono emerse convergenze su alcuni punti fondamentali. Elica ha ribadito la disponibilità al confronto partendo dalla discussione su come mantenere le produzioni in Italia e riportarne altre dalla Polonia. Inoltre, l’azienda conferma la volontà di sospendere l’esecuzione del piano stesso al fine di agevolare il dialogo tra le parti e concorda con le Organizzazioni Sindacali che, nel frattempo, non procederà con licenziamenti e azioni unilaterali. Il percorso tracciato con le parti offre occasioni di confronto per l’individuazione di possibili soluzioni. L’azienda, inoltre, è fermamente convinta di proseguire il dialogo sul piano industriale e ribadisce l’importanza dell’esercizio del ruolo pubblico svolto dal Ministero dello Sviluppo Economico”. “Esprimiamo soddisfazione in quanto presso il tavolo ministeriale è stato colto il nostro segnale di apertura. L’individuazione di un percorso condiviso è un buon punto di partenza che auspichiamo porterà a fare passi in avanti nella gestione di questa vertenza.” Così Giulio Cocci, Amministratore Delegato di Elica.

Il Governo

“Si è svolto il tavolo Elica in modalità videoconferenza al Mise. All’incontro, a cui hanno partecipato il MiSE, la Regione Marche, il sindaco di Fabriano e le organizzazioni sindacali, l’azienda ha confermato che continuerà sul percorso stabilito durante l’ultimo tavolo al Mise: l’obiettivo è condividere con tutte le parti un piano industriale che escluda gli esuberi. L’azienda si è impegnata a sospendere ogni azione unilaterale legata al precedente piano che comprendeva i licenziamenti di centinaia di persone. L’azienda, le istituzioni locali e i sindacati continueranno il percorso di confronto in sede locale. La scadenza di questo percorso di confronto è il prossimo 30 settembre. Il MiSE continuerà a svolgere il suo ruolo da mediatore e si impegna a riconvocare il Elica nei primi giorni di settembre”, ha dichiarato successivamente alla chiusura del tavolo la ViceMinistra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy