LE AGENZIE VIAGGIO IN GINOCCHIO, IL PUNTO DI LEANDRO SANTINI

Fabriano – Le difficoltà legate alla pandemia, il turismo in ginocchio, l’impossibilità di programmare i prossimi mesi: hotel, ristoranti, guide e agenzie di viaggio vivono un momento di profonda crisi. E’ stato il settore più colpito dal Covid-19, tanto da parlare di numeri per il 2020 inferiori di circa l’85% rispetto all’anno precedente. E la fresca (quasi totale) zona rossa sulla penisola italiana, costringe le agenzie viaggio a rimanere anche chiuse al pubblico. Per parlare del forte momento negativo del settore, abbiamo contattato Leandro Santini, proprietario dell’Agenzia Viaggi Santini situata in via Bruno Buozzi 24 a Fabriano: “In questo periodo di zona rossa – ci afferma il signor Santini – stiamo lavorando soltanto per via telefonica, cercando di dare comunque un buon servizio ai nostri clienti. Dopo il drastico calo del 2020, pensavamo che proprio questo periodo del 2021 fosse una ripartenza, ma questa ipotesi si è dimostrata totalmente errata. Purtroppo il 2021 è un altro anno che diamo per negativo e deceduto, ma nel caso si riuscisse a vaccinare gran parte della popolazione mondiale, crediamo che per la metà del 2022 si possa tornare almeno ad una parte della normalità per ciò che concerne il nostro settore”. E ciò che ci fa notare purtroppo Leandro Santini è che gli studi parlano in realtà di una ripartenza addirittura per l’anno 2023. “Lasciamo una porta aperta ai vaccini e al 2022, nonostante la situazione drastica. Parlando del presente – prosegue il titolare dell’Agenzia Viaggi Santini – è chiaro che viaggiare è complicato. Per raggiungere una città europea o extra europea ci sono meno voli, obbligo di test anti Covid-19 prima di ogni imbarco e molte regole da imporre ai nostri clienti in base al paese di destinazione. E attenzione, perché le regole cambiano anche di minuto in minuto e l’aggiornamento è continuo. Certo, le persone che viaggiano lo fanno solo ed esclusivamente per obbligo”. E allora chiediamo al signor Santini quali sono i clienti costretti allo spostamento: “Di norma gli unici movimenti che registriamo sono quelli di aziende che viaggiano per questioni prettamente lavorative. Poco, pochissimo – ci sottolinea Leandro Santini – e con dati insufficienti rispetto al passato. Le vacanze estive, se possibili, saranno brevi (si parla di tre giorni, massimo una settimana) e il turismo sarà incentrato sulla bicicletta, sulla montagna e soprattutto sull’appartamento in affitto, di gran lunga preferito agli alberghi, molti dei quali sono chiusi. Viaggiare verso l’estero è praticamente impossibile, nonostante in questo periodo si stiano muovendo a piccoli passi le crociere. Diverse vengono annullate e la programmazione è anch’essa soggetta a continue mutazioni”. C’è un’ultima parentesi da aprire ed è quella che riguarda la rassegnazione e il realismo: “E’ inutile illudersi e fare voli pindarici in questo momento, questa è la realtà con la quale dobbiamo convivere. Un’altra realtà inizia ad essere il passaporto sanitario (il quale è già praticamente attivo) chiamato IATA Travel Pass, che tramite un’app registra le varie certificazioni e sarà consultabile a tutti gli operatori degli aeroporti. In questo momento è in fase di sperimentazione sia per Emirates, sia per Etihad Airways, due compagnie del golfo arabico”.

Ultima nota è una collaborazione aperta dall’Agenzia Viaggi Santini con la Agenzia Viaggi del Gentile nata sotto il nome di GE.SA. Turismo, brand promosso dalle due storiche realtà che uniscono le forze per proporre tour organizzati nelle destinazioni più accattivanti, tutti con accompagnatore e in partenza da Fabriano. Il dato che fa saltare immediatamente all’occhio la gravità della situazione turistica è come l’E-commerce sia aumentato e in alcuni ambiti esploso per ogni tipo di attività, tranne che per i viaggi, drasticamente in calo a testimonianza della paura, l’unica effettivamente ad essere turista in quest’anno solare. “Per noi questa è però una bella novità – afferma Leandro Santini – perché andare in agenzia non vuol dire spendere necessariamente di più, significa avere assistenza nei momenti di difficoltà, viaggiare in tranquillità e avere tutte le informazioni per far sì che il nostro viaggio possa essere sempre in controllo. Ad aprile del 2020 ad esempio, chi aveva acquistato biglietti online, si è ritrovato bloccato nel paese di destinazione senza alcun tipo di assistenza. Situazione ben diversa rispetto a chi è stato affiancato da un’agenzia viaggi”.

C’è invece chi, a pochi chilometri dall’Agenzia Viaggi Santini, non ha ancora gettato la spugna su ciò che concerne il 2021 e lascia la porta socchiusa: “L’estate odierna per noi non è archiviata – a parlare è Stefania Belvederesi, proprietaria dell’Agenzia Viaggi del Gentile – e speriamo che questa collaborazione (GE.SA. Turismo, ndr) con l’Agenzia Viaggi Santini possa essere proficua sin da subito. Ovviamente siamo in attesa di novità e viviamo alla giornata, ma ci stiamo lavorando e cercheremo di capire come e quando muoverci. E’ chiaro che la paura c’è, ma vi è anche un desiderio di evasione e movimento: noi come detto siamo ingessati, ma speriamo nel passaporto del viaggiatore e nei vaccini”. Su un argomento in particolare però, le due agenzie viaggio non si discostiamo di una virgola: “Al momento a viaggiare è soltanto chi lo fa per business ed è obbligato allo spostamento. Pensare che ci sia qualcuno che viaggia per motivi differenti, in questo momento è pura utopia. A bloccarci totalmente sono le zone rosse, perché l’unica motivazione che puoi avere per viaggiare è il lavoro. C’è stato effettivamente qualcuno che ha prenotato un biglietto per l’estero, ma parliamo sempre di stranieri che tornano in patria per lutti familiari e li contiamo sul palmo di una mano”.

E parlando della questione ferroviaria, poco cambia: “Come agenzia, essendo fuori dalle aperture causa codice ATECO, è ferma anche la biglietteria della stazione. Per i pochissimi che frequentano la stazione, chi contatta il numero che abbiamo esposto per informazioni viene indirizzato verso la caffetteria o verso la biglietteria automatica, la situazione è molto limitata e soprattutto limitante”. Ma un punto molto interessante che tocchiamo con la signora Stefania Belvederesi è il target su cui si stanno muovendo i vaccini e soprattutto sulla coalizzazione che sarà necessaria per il futuro: “I target di un’agenzia viaggi sono le famiglie ed i giovani, di certo non chi stiamo vaccinando in questo momento (over 80 e molto a rilento). Ci sarà davvero da capire quando entreranno in gioco i vaccini per queste fasce di età che sono quelle che hanno subito di più questo lungo anno di stop. Sarebbe molto importante tornare almeno in parte a viaggiare anche per permettere a chi organizza tour e lavora nel settore del turismo di mantenere il team che collabora da anni e permettere ai dipendenti di rimanere a bordo di una nave. Come Leandro Santini abbiamo una struttura importante che serve mantenere e noi ci stiamo provando con mani e piedi. Il messaggio da far passare è questo: dobbiamo rimanere a galla, noi e la città di Fabriano; servirà fare squadra, senza quella non si può mai vincere. Lo scenario ci porta a unirci e seguire questa filosofia, dobbiamo e dovremo coalizzarci per far si che Fabriano possa crescere e diventare forte anche a livello turistico.” Il 2020 è stato “l’annus horribilis” delle agenzie viaggio e il 2021 non sembra destinato ad essere un anno migliore. Speriamo in una finestra estiva per permettere a queste realtà in ginocchio di mantenere squadre e speranze.

Lorenzo Ciappelloni

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy