A FABRIANO 6 NUOVI POSITIVI. CASI IN AUMENTO ANCHE A CERRETO D’ESI

di Marco Antonini

Ancona – Sono saliti a 590, 15 più di ieri, i ricoveri per covid nelle Marche, nelle ultime 24ore. 15 i dimessi. I dati sono resi noti dal Servizio Sanità della Regione. I pazienti in terapia intensiva sono 71(+2), quelli in aree di semi intensiva sono 147 (invariati rispetto a ieri), mentre i degenti in reparti non intensivi sono 519 (+26). I positivi in isolamento domiciliare sono saliti da 9.679 a 9.861. Il totale dei ricoverati più gli isolati è 10.451. Sono invece 116 gli ospiti delle strutture territoriali: le Rsa di Campofilone, Chiaravalle e Galantara. I 71 pazienti in terapia intensiva si trovano a Torrette di Ancona, Pesaro Marche Nord, Jesi, Fermo, San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno e 12 al Covid Hospital di Civitanova Marche, dove si trovano anche 16 degenti in semi intensiva. I pazienti in reparti non intensivi sono ormai sparsi negli ospedali di tutte le Marche. Le persone in quarantena per contatti con contagiati sono salite da 15.988 a 16.278: 2.296 con sintomi, 560 operatori sanitari. I dimessi/guariti sono 7.543. Il totale dei positivi rilevati nelle Marche dall’inizio dell’emergenza è 19.051. Dieci i decessi nelle ultime 24 ore. Di questi due sono di Fabriano: sono due donne di 91 e 94 anni.

La casa di riposo

Continua a preoccupare la situazione della casa di riposo Santa Caterina di Fabriano, dove è emersa la positività al covid di quasi tutti gli utenti (52 su 55) e di gran parte del personale in servizio. Sono 12 i decessi. I familiari stanno valutando la possibilità di presentare uno o più esposti alle forze dell’ordine per fare chiarezza e accertare eventuali responsabilità circa i propri cari che non ci sono più. Si muovo anche i sindacati. “Cgil Cisl e Uil territoriali – dichiara, in una nota, Andrea Cocco, Cisl  Marche – in seguito alla situazione pandemica della RP Santa Caterina, dove sono deceduti 10 pazienti, ed in seguito alle dichiarazioni di alcuni famigliari dove denunciavano disidratazione e malnutrizione dei loro parenti deceduti, abbiamo richiesto ed ottenuto un incontro urgente con il Sindaco di Fabriano, Santarelli, il Direttore di Area Vasta 2, Guidi, il Direttore dell’Asp, Azienda Servizi alla Persona, Ballelli ed il Coordinatore dell’Ambito 10, Pellegrini. Riteniamo importante questo incontro per la tutela ed il diritto alla salute degli ospiti della casa di riposo”.

Tamponi

A Fabriano è stata messa in quarantena un’altra classe, in questo caso della primaria Aldo Moro. E’ il decimo episodio segnalato all’interno delle scuole della città. Nelle ultime ore si sono registrati altri 6 tamponi positivi e due decessi sono stati registrati sul bollettino di oggi pomeriggio, 9 novembre, dal Gores. Gli attualmente positivi sono 259 a Fabriano, che fanno salire le persone in quarantena, compresi quelli in isolamento fiduciario, a 532. Novità anche da Cerreto d’Esi. “Nei dati di quest’ultima settimana registriamo un netto incremento di casi. Abbiamo attualmente dieci positivi – dice il sindaco, David Grillini – e 17 persone in quarantena preventiva domiciliate a casa. Dall’inizio dell’emergenza nella nostra cittadina abbiamo avuto 9 guariti. Si richiama la cittadinanza all’osservanza dei dispositivi di protezione individuale”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy