COME GESTIRE L’ANSIA – PARTE 2

Nel precedente articolo abbiamo parlato di Ansia e di come gestirla nel minor tempo possibile per fare in modo che non condizioni la nostra vita proprio nei momenti in cui avremmo bisogno di più tranquillità per darci la possibilità di accedere a pieno al nostro potenziale per superare momenti “difficili” in cui siamo chiamati a PERFORMARE, siano essi in un campo da calcio, da tennis, in ufficio o, perché no, all’interno della nostra famiglia. La tecnica più semplice e che garantisce indubbiamente successo in questa situazione è quella della CATENA DELL’ECCELLENZA, tecnica propria della PNL (Programmazione Neuro Linguistica) che lega fra loro le basi a cui viene aggiunto sempre un buon dialogo interno, nello sport come nella vita, ovvero RESPIRAZIONE, FISIOLOGIA, STATO e PERFORMANCE.

Spieghiamola nel dettaglio. Eseguire in situazioni di stress la RESPIRAZIONE in modo corretto, cioè utilizzando bene il diaframma (per intenderci gonfiando la pancia e non bloccando l’aria nel torace) è il primo passo per cambiare la propria FISIOLOGIA: respirando bene infatti la testa si alzerà, le spalle andranno sempre più indietro e la nostra posizione diventerà più eretta. Il cambio di FISIOLOGIA influenzerà il nostro STATO (cioè, come abbiamo visto nei precedenti articoli, il modo in cui viviamo le situazioni): per fare un esempio se dovessimo provare a sorridere alzando le braccia e urlando “Come sono triste!” non ci crederemmo nemmeno noi! E ugualmente se ci accasciassimo per terra, con le mani fra i capelli e pensassimo di essere felici, non saremmo per niente credibili!

Lo STATO infatti, influenzato dalla nostra POSTURA (eretta), trovata attraverso la RESPIRAZIONE (diaframmatica) diventerà in questo caso di tranquillità o di benessere, permettendoci di accedere alle nostre potenzialità e alle nostre capacità di “problem solving”, cambiando in brevissimo tempo il modo di di vivere quella situazione che ci stava portando fuori dalla zona confort e migliorando così senza alcun dubbio anche la nostra PERFORMANCE! Capite perche si chiama CATENA DELL’ECCELLENZA? Perché ha potenzialità infinite, proprio come il nostro cervello! Si tratta di un metodo semplice, applicabile in tantissime situazioni e soprattutto a cui tutti possiamo accedere…ovviamente più aumenterà l’”allenamento” più i risultati saranno stupefacenti e…ECCELLENTI! Provare per credere!

Mara Bellerba

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy